Saltara: clandestini in un laboratorio tessile, tre arresti ed una denuncia

carabinieri di fano 1' di lettura 26/01/2011 -

I Carabinieri della Stazione di Saltara, nel corso dei servizi di controllo del territorio predisposti dal Comando della Compagnia CC di Fano finalizzati alla prevenzione ed alla repressione dei reati contro il patrimonio e la persona, hanno tratto in arresto tre persone e denunciato un imprenditore straniero.



Si tratta di un 34enne cinese, titolare di un laboratorio tessile, che è stato denunciato in stato di libertà per “favoreggiamento dell’immigrazione clandestina ed impiego al lavoro di cittadini in condizioni di clandestinità”. Accuse rivolte al cittadino cinese dopo che i militari hanno scoperto, all'interno della sua azienda, due lavoratori di 33 e 38 anni, privi del permesso di soggiorno e quindi clandestini. I due connazionali del titolare erano già stati colpiti da provvedimenti di espulsione dal territorio nazionale emessi dall’Autorità Provinciale di Pubblica Sicurezza. Risultati così inottemperanti all’ordine di espulsione del Questore, sono stati tratti in arresto per “violazione delle norme sull’immigrazione clandestina” e rinchiusi nelle camere di sicurezza del Comando in attesa del rito per direttissima.

Sempre nel corso dei controlli i militari hanno tratto in arresto D.M., 32enne pregiudicato senegalese, in quanto colpito da ordine di carcerazione dovendo scontare la pena di otto mesi di reclusione. Pertanto, il 32enne è stato condotto presso il carcere di Pesaro.








Questo è un articolo pubblicato il 26-01-2011 alle 19:51 sul giornale del 27 gennaio 2011 - 705 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, saltara, clandestini, Sudani Alice Scarpini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/gJm





logoEV