Pesaro: aggredisce la vicina e si barrica in casa col fucile, arrestato un 50enne

carabinieri 1' di lettura 26/01/2011 -

Aggredisce con calci e pugni la donna di cui si era invaghito ma che lo respingeva e la rapina. Poi, con tanto di un fucile, si barrica in casa e minaccia di sparare ai carabinieri accorsi sul posto.



E' la brutta vicenda, conclusasi fortunatamente a lieto fine, accaduta a Candelara di Pesaro.

R.F., 50 anni, celibe e incensurato, era ossessionato dalla sua vicina di casa, una 46enne pesarese, che non ricambiava l'amore dell'uomo che alla fine ha perso la testa. Dopo l'aggressione l'uomo è scappato mentre la donna, seppure ferita, è riuscita a chiedere l'aiuto del 118. I Carabinieri, dopo averlo cercato per tutto il giorno, hanno atteso il rientro dell'uomo a casa. A quel punto però il 50enne si è barricato in casa con un fucile.

Dopo vari tentativi i militari sono riusciti a disarmato e ad arrestato. l'uomo dovrà rispondere di rapina (il cellulare e le chiavi della vittima), violenza privata, detenzione abusiva di armi, minaccia e resistenza aggravata a pubblico ufficiale.






Questo è un articolo pubblicato il 26-01-2011 alle 19:45 sul giornale del 27 gennaio 2011 - 614 letture

In questo articolo si parla di cronaca, giulia mancinelli, carabinieri

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/gJk