La III commissione si riunisce all'aeroporto delle Marche

2' di lettura 26/01/2011 -

La III commissione consiliare Attività produttive ha scelto la sede dell’Aeroporto delle Marche per affrontare il tema dell’intermodalità e dello sviluppo degli scambi commerciali con la Federazione russa.



All’ordine del giorno della seduta l’incontro con i rappresentanti dello scalo aereo di Falconara, del porto di Ancona e dell’interporto di Jesi. “L’obiettivo di questa riunione – ha detto il presidente Fabio Badiali (pd) – è quello di rafforzare la collaborazione tra Regione e porto, aeroporto e interporto, tre strutture di eccellenza, in grado di far sviluppare il territorio dal punto di vista industriale, turistico e commerciale”. Il presidente di Aerdorica Cleto Sacripanti, accompagnato dal Direttore generale Marco Morriale, ha ricordato alcuni dei risultati raggiunti dal Sanzio, con un traffico passeggeri arrivato nel 2010 a 520.425 unità e un bilancio chiuso in attivo. “Questo è un aeroporto in crescita nei ricavi, nei margini e nelle destinazioni” – ha sostenuto Sacripanti. Oltre al nuovo volo Ancona-Bergamo, che debutterà il 27 marzo e sul quale la commissione ha espresso un giudizio positivo, Sacripanti ha parlato di “trattative in corso per attivare collegamenti con Parigi, Stoccolma, Dublino e Berlino”. Tra gli obiettivi a breve scadenza, anche quello di offrire un volo di linea su Mosca.

“Si spera di portarlo a casa entro l’estate” – ha dichiarato il presidente. La notizia è stata accolta con molta soddisfazione, soprattutto dal Console onorario della Federazione russa professor Armando Ginesi, invitato anche lui dalla commissione. “Le Marche sono al quarto posto in Italia per scambi commerciali con la Russia, siamo preceduti solo da Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna” – ha sottolineato Ginesi. Recentemente l’export verso la Federazione russa è stato agevolato anche dall’apertura di un ufficio doganale nei locali dell’interporto. “Un’iniziativa innovativa e molto apprezzata dalle aziende” - secondo il Direttore dell’Interporto Marche Gianfranco Biancini, che ha evidenziato la necessità di far conoscere maggiormente i servizi offerti dalle strutture intermodali. Il potenziamento dei collegamenti aerei è un dato positivo anche per Stefano Sargenti, dirigente del servizio programmazione Autorità portuale di Ancona, perché “l’8% dei passeggeri in transito nel porto dorico sono croceristi e quindi passeggeri molto interessati alle linee aeree di collegamento”.

Al termine della seduta il presidente Badiali si è impegnato a promuovere presso tutte le associazioni di categoria l’ufficio doganale dell’Interporto creato in collaborazione con il Consolato. “Per i consiglieri regionali – ha concluso Badiali - la seduta di oggi rappresenta un momento importante per conoscere gli obiettivi futuri di queste strutture, i loro progetti di sviluppo e per impegnarsi a favorire un lavoro di sinergia”.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-01-2011 alle 16:28 sul giornale del 27 gennaio 2011 - 717 letture

In questo articolo si parla di attualità, Assemblea legislativa delle Marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/gH4





logoEV