Giornata della memoria: Solazzi, 'giornata dedicata al ricordo e alla riflessione'

Shoah 2' di lettura 26/01/2011 -

La Giornata della Memoria, istituita con legge nazionale, si iscrive tra le occasioni più importanti di riflessione cui le istituzioni, tutte, debbono adempiere favorendo, particolarmente nei confronti delle giovani generazioni, la cultura della conoscenza e del ricordo di una delle pagine più buie della storia dell’umanità. Particolarmente in un tempo caratterizzato dalla “fretta di vivere il presente” , dimenticando il passato e con assai poca attenzione ad ispirare comportamenti e scelte in una prospettiva che superi la quotidianità, è tanto più importante lavorare per il recupero di una cultura del ricordo.



Non dimenticare un evento terribile come la Shoah, come la persecuzione e la deportazione di un popolo, rappresenta un dovere per tutte le coscienze che condividono la condanna di ogni forma di violenza, di razzismo, di intolleranza, di totalitarismo, con la consapevolezza che anche oggi in molte parti del mondo ed anche vicino a noi sopravvivono i semi della umana brutalità. Nei gesti di violenza, nella mancanza di rispetto verso gli altri, nella disattenzione nei confronti dei più deboli e delle fragilità, nella negazione dei diritti, nelle discriminazioni per ragioni di religione, di razza, di genere, di condizione, nei regimi antidemocratici c’è il monito che nella storia dell’umanità la stagione dei diritti, del rispetto della persona umana, delle libertà individuali e collettive, non può mai darsi per scontata e non può ritenersi acquisita per sempre.

Rendere quindi, oggi, testimonianza dello sterminio del popolo ebraico non è solo il doveroso ricordo verso milioni di persone offese, violentate, trucidate ma l’occasione per riflettere sui temi dei diritti umani, della pace, del valore della vita, della centralità della persona. Affidare ai giovani, al futuro della nostra civiltà, attraverso la conoscenza della storia, gli strumenti per distinguere la differenza tra buio e luce, tra paura e speranza, tra vita e morte è l’obiettivo che ci dobbiamo prefiggere. Ed è con questo intento, privo di ogni retorica di circostanza, interpretando il sentimento dell’intera Assemblea Legislativa Regionale, che mi rivolgo a questa straordinaria comunità marchigiana per condividere con essa il valore della Giornata della Memoria.

Vittoriano Solazzi






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-01-2011 alle 13:13 sul giornale del 27 gennaio 2011 - 866 letture

In questo articolo si parla di attualità, giorno della memoria, shoah, Assemblea legislativa delle Marche, sterminio degli ebrei

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/gHE