Trasporto sanitario, Binci (Sel): 'Ripristinare l'affidamento prioritario alle associazioni'

massimo binci 1' di lettura 24/01/2011 -

Il Consigliere Regionale di Sinistra Ecologia Libertà, Massimo Binci chiede alla giunta con una interrogazione urgente di ripristinare nella gestione del Trasporto Sanitario la norma che affida tale servizio in via prioritaria alle Associazioni di Volontariato e alla C.R.I.



Il consigliere di SEL afferma: - “la funzione di solidarietà sociale del volontariato in questo settore da oltre un secolo aiuta a garantire nelle Marche elevati livelli di assistenza e permette il trasporto sanitario con grandi vantaggi per il bilancio regionale.”

“L'assegnazione solo attraverso bandi di gara – prosegue Binci – come attualmente modificato, farebbe aumentare l'importo dei servizi di trasporto sanitari di 85/90 milioni di euro ed azzererebbe il sistema di solidarietà e di cittadinanza attiva del volontariato che attualmente assicura il servizio di Trasporto Sanitario nelle Marche.”

Conclude BINCI: - “ chiederò martedì, in sede di riunione dei capogruppo consiliari, che la legge ritorni in commissione Sanità per essere modificata in tal senso, visto anche la condivisione bipartisan dei gruppi consiliari”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-01-2011 alle 19:00 sul giornale del 25 gennaio 2011 - 720 letture

In questo articolo si parla di politica, associazioni di volontariato, Sinistra Ecologia Libertà, trasporto sanitario

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/gE4