Porto Recanati: sequestro di capi contraffatti e droga all'House

sequestro di capi contraffatti e droga all'House 2' di lettura 22/01/2011 -

I circa 40 militari della compagnia Carabinieri della Provincia, impiegati nei controlli all'Hotel House di Porto Recanati, hanno scoperto una sartoria di capi griffati contraffatti.



La perquisizione successiva e l'approfondimento delle indagini hanno quindi permesso il sequestro di 5 mila etichette di ogni marca famosa, sia per addobbare l'esterno che per marchiare i cartellini interni. Inoltre, all'interno dell'appartamento/sartoria abitato da senegalesi, i Carabinieri della compagnia di Civitanova hanno sequestrato un tavolo da lavoro e macchine da cucire, oltre al materiale per il confezionamento di almeno 5 mila capi griffati contraffatti.

Secondo la ricostruzione dei militari, i senegalesi acquistavano capi di abbigliamento sprovvisti di marchio poi, con le macchine da cucire rinvenute, applicavano le etichette contraffatte di noti marchi. Così realizzati i capi potevano quindi essere rivenduti a valore aggiunto. Pertanto i due senegalesi sono stati identificati e denunciati per il reato di contraffazione, alterazione o uso di segni distintivi di opere dell’ingegno o di prodotti industriali, ma anche ricettazione.

I quaranta Carabinieri messi in campo venerdì sera dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Macerata del Colonnello Marco Di Stefano, in recepimento delle direttive di coordinamento del Prefetto di Macerata, hanno anche scovato un appartamento dove si confezionava e tagliava stupefacente.

Al momento del blitz in uno dei 17 piani dell'Hotel House i Carabinieri hanno bloccato sul pianerottolo un magrebino di 23 anni ed una pugliese di 27 anni che, oltre a 2 mila euro in contanti in tagli da 20,50 e 100 euro, avevano nelle tasche 3 grammi di eroina, 2 di hashish e 4 grammi di cocaina.

Nella perquisizione domiciliare sono state rinvenute poi altre dosi di stupefacente e metadone, ma anche un frullatore, forbici e bustine in cellophane per la realizzazione delle dosi. Pertanto i due sono stati denunciati per i reati di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti mentre il materiale, la droga e il denaro sono stati posti a sequestro.

Infine, nel corso dell'attività di controllo al grattacielo multietnico, sono stati identificati alcuni stranieri clandestini che, dopo il foto segnalamento, sono stati avviati all'ufficio stranieri per l'espulsione.








Questo è un articolo pubblicato il 22-01-2011 alle 18:48 sul giornale del 24 gennaio 2011 - 704 letture

In questo articolo si parla di cronaca, Sudani Alice Scarpini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/gBZ