Ticket sanitari, Marinelli: 'la reintroduzione è un'idea mostruosa e troppo comoda'

erminio marinelli 1' di lettura 20/01/2011 -

Erminio Marinelli, portavoce del Centrodestra in Regione, interviene nel dibattito sulla reintroduzione dei ticket sanitari definendola “un'idea mostruosa e troppo comoda”.



Secondo Marinelli “il Centrosinistra non può da un lato vantarsi di aver risanato la sanità, obiettivo necessario anche dal punto di vista morale, e dall'altro reintrodurre le tasse”. “Troppo facile farlo e scaricare la colpa sul Governo nazionale che fronteggia da anni la crisi economica – aggiunge -. Ma chi aveva fatto i buchi di bilancio che i marchigiani pagheranno per altri trent'anni? Non certo il centrodestra”. “Dunque, - prosegue Marinelli -, invece di far pagare ai cittadini le scelte scellerate di questi decenni, pensino a produrre altri risparmi”.

“Da medico – insiste Marinelli -, dico da tempo che nelle pieghe della sanità c'è ancora molto da spremere. È chiaro però che se il Centrosinistra deve continuare ad accontentare tutti è difficile poter fare economie”.

“Nell'unica mia assenza in Assemblea regionale – conclude Marinelli -, Spacca si è vantato di aver portato la politica e tutto ciò che ne consegue fuori dagli ospedali. In realtà la sua è stata solo un'operazione gattopardesca, cambiare tutto per non cambiare niente. Con la massima stima per il direttore generale della sanità, Spacca ha solo sostituito gli attori senza cambiare la filosofia di un sistema intossicato dalla politica che ha già abortito il CUP e speriamo non partorirà di nuovo il ticket”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-01-2011 alle 18:08 sul giornale del 21 gennaio 2011 - 647 letture

In questo articolo si parla di politica, pdl, erminio marinelli, ticket sanitari

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/gxc





logoEV