Macerata: furti all'ospedale, arrestata un'infermiera di 38 anni

polizia 2' di lettura 20/01/2011 -

Gli uomini della Squadra Mobile di Macerata, al termine di un'intensa attività investigativa, nella notte tra mercoledì e giovedì hanno scoperto l'autore misterioso di una lunga serie di furti avvenuti all'interno di un reparto dell'Ospedale Civile in danno ai pazienti ricoverati.



Dopo diverse settimane di indagini, gli Agenti hanno quindi tratto in arresto P.V., una 38enne maceratese, infermiera impiegata proprio nella struttura sanitaria del capoluogo.

Un'agente, fingendosi una degente del reparto di Cardiologia dell'Ospedale Civile di Macerata, ha osservato i movimenti all'interno della struttura in cui si erano verificati i furti. Nel corso della notte, la 'finta degente' ha notato una delle due infermiere in servizio, identificata poi come la maceratese arrestata, entrare nella stanza a lei riservata e versare in un bicchiere alcune gocce di liquido rosastro finalizzate, secondo l'infermiera, a favorire il sonno. Ritenendo pretestuoso ed insidioso il comportamento assunto dall’infermiera, la poliziotta ha finto di accettare la “medicina”. Dopo qualche minuto, l'infermiera è entrata nuovamente nella stanza per accertarsi che la ricoverata dormisse.

Pochi istanti sono bastati alla 38enne, che pensava la 'paziente' dormisse, per prelevare dal ripiano centrale del comodino il portafoglio della stessa prima di allontanarsi frettolosamente dalla stanza. Ma, sfortunatamente per l'infermiera, l'Agente-degente non stava dormendo ed avendo notato la scena l'ha seguita fino alla cucina dell'ospedale dove la donna ha preso i soldi, precedentemente fotocopiati dagli Agenti, dal portafogli della poliziotta. Valutata quindi la flagranza di reato di furto, l'Agente è intervenuta. Dopo essersi qualificata, l'ha bloccata e tratta in arresto.

Il P.M. di turno Dr. Andrea De Feis, Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Macerata, ha concesso alla 38enne maceratese gli arresti domiciliari presso la propria abitazione di Montecassiano. Il risultato dell'operazione, eseguita dalla Squadra Mobile di Macerata, è stato possibile-annuncia l'Ispettore capo Aldo Massei -grazie alla piena e preziosa collaborazione fornita da tutto lo staff della Direzione Sanitaria dell’Ospedale di Macerata.






Questo è un articolo pubblicato il 20-01-2011 alle 20:05 sul giornale del 21 gennaio 2011 - 906 letture

In questo articolo si parla di cronaca, furti, macerata, arresto, Sudani Alice Scarpini, ospedale di macerata, squadra mobile di macerata

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/gye





logoEV