Coldiretti: 'verdure e orti a rischio con il ritorno del gelo, difendere le piante'

3' di lettura 20/01/2011 -

Verdure e orti a rischio con il ritorno del gelo. Ad annunciarlo è la Coldiretti Marche con le nevicate attese nella nostra regione anche in pianura, tanto che sono stati già allertati gli agricoltori convenzionati con i Comuni per liberare le strade e spargere il sale con i trattori.



Nelle campagne il pericolo principale non è però rappresentato tanto dalla neve quanto dalle gelate. Rischiano tutti gli ortaggi invernali: insalata, broccoli, cavolfiori, finocchi, radicchio, spinaci. Eventuali danni alle produzioni potrebbero portare a un lieve rialzo dei prezzi, ma Coldiretti invita a vigilare affinché la situazione non rappresenti una scusa per rincari indiscriminati e speculazioni, che danneggiano i cittadini come i produttori. A tale proposito in tutti i Mercati di Campagna Amica attivati sul territorio viene praticato il “prezzo amico” a garanzia di chi acquista.

L’obiettivo è evitare di frenare i consumi proprio quando è, invece, importante portare in tavola verdura e frutta che aiutano le difese immunitarie dal rischio di influenza e raffreddamenti. Un buon apporto di vitamina C e sali minerali è garantito, in particolare, da spinaci, cicoria, ravanelli, carote, broccoletti; la vitamina B, che coadiuva l’organismo nel trasformare il cibo in energia, si trova soprattutto in cereali integrali, avena, carne rossa, verdure a foglia verde (cavolfiori, broccoli, spinaci), tuorlo d’uovo e ceci; la vitamina D, che è un ottimo sostegno per il sistema immunitario e per l’umore, si trova in pesce, fegato, latte e uova; olio extravergine d’oliva assicura vitamina E, mentre aglio e cipolla hanno un significativo potere antibatterico. Raccomandato anche il miele, soprattutto a colazione insieme al latte. Fondamentali anche i legumi (fagioli, ceci, piselli, lenticchie, fave secche) perché oltre ad apportare energia sono ricchi di fibre e contengono ferro e lecitina, fonte di fosforo ed immunizzante per le infezioni batteriche. Non vanno dimenticate le proteine, tramite la giusta porzione sia di pesce che di carne bianca e rossa. Ma, oltre a verdure in campo e salute, il freddo mette in pericolo anche le piante sui balconi e i piccoli orti in terrazzo. Un hobby che interessa oggi circa quattro marchigiani su dieci.

A tale proposito Coldiretti ha predisposto un piccolo vademecum per difendere le proprie coltivazioni dalle gelate. Innanzitutto i vasi vanno disposti contro il muro, poiché in questo modo ricevono maggiore calore, mentre va evitata la collocazione accanto alla ringhiera. Meglio, laddove possibile, metterli inoltre sul lato sud del balcone. Collocare le piante direttamente a terra piuttosto che in alto assicurerà poi maggiore difesa dal freddo calore. Una protezione efficace dal gelo è rappresentata dal tessuto non tessuto, una sorta di telo traspirante che si può trovare a poca spesa nei negozi di prodotti agricoli. Deve coprire l’intera pianta e va fermato infilandone i lembi sotto al vaso.

L’altra soluzione, continua Coldiretti Marche, è rappresentata da un telo di plastica, il quale impone però una gestione più attenta, rendendo necessario chiuderlo e aprirlo più volte per evitare il formarsi dell’umidità, oltre a rischiare di essere portato via dal vento. Ancora, bisogna tenere il terreno il più possibile asciutto e innaffiare il minimo indispensabile. Quando lo si fa, evitare accuratamente che l’acqua possa ristagnare nel sottovaso, favorendo la gelata della pianta. Eventuali potature vanno, infine, effettuare a fine inverno, poiché la maggior presenza di rami e foglie assicura comunque una maggiore protezione dal freddo.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-01-2011 alle 17:00 sul giornale del 21 gennaio 2011 - 505 letture

In questo articolo si parla di attualità, coldiretti, coldiretti marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/gwr