Crisi tunisina, la Regione Marche mette a disposizione dell’ambasciata italiana il Desk di Tunisi

1' di lettura 18/01/2011 -

La Regione Marche ha messo a disposizione dell’Ambasciata italiana, a Tunisi, il proprio Desk operativo, ubicato nei pressi dell’aeroporto internazionale della capitale tunisina. La struttura, per la vicinanza con lo scalo, è già protetta dai militari ed è in grado, quindi, di aiutare imprenditori e civili che si trovassero in difficoltà a seguito della crisi scoppiata nel Paese.



“Abbiamo ricevuto segnalazioni, da parte di marchigiani, preoccupati per l’evolversi della situazione – afferma l’assessore regionale alle Attività Produttive, Sara Giannini – Ci siamo subito attivati con i nostri uffici di Tunisi, affinché si organizzassero per soccorrere, in caso di necessità, cittadini e imprenditori italiani coinvolti, loro malgrado, nella drammatica situazione che si è venuta a creare in Tunisia.

I responsabili del Desk hanno subito informato l’ambasciatore d’Italia, Pietro Benassi, e iniziato a contattare, via sms, diverse persone che hanno rapporti con il Desk, segnalando loro di rivolgersi alla struttura per ogni necessità o per problemi di incolumità personale”. Attivato da Marchet (Azienda speciale per l’internazionalizzazione della Camera di commercio di Ancona), il desk è stato creato dalla Regione Marche per sostenere le attività delle piccole e medie imprese che investono nell’area del Magreb (Egitto, Libia, Tunisia, Marocco e Mauritania). La struttura è stata inaugurata il 13 dicembre 2010, alla presenza dello stesso ambasciatore Benassi.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-01-2011 alle 16:37 sul giornale del 19 gennaio 2011 - 852 letture

In questo articolo si parla di attualità, regione marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/grX