Monsano: verso i 'rifiuti zero'. Mariani, 'Una grande sfida, ma non un'utopia'

2' di lettura 17/01/2011 -

Il Comune di Monsano si avvia all’ambizioso traguardo “rifiuti zero”, fissato per il 2023, ed istituisce l’Osservatorio Comunale dei Rifiuti, aderendo così alla rete internazionale “Zero Waste”.
 



Il paese della Vallesina è infatti il primo Comune della Provincia di Ancona per percentuali di raccolta differenziata, con conseguente riduzione di conferimenti in discarica. Il sindaco Gianluca Fioretti racconta il percorso intrapreso dalla sua Amministrazione, parlando di “scelta politica di grande responsabilità, che non può che partire con la raccolta differenziata porta a porta spinta”. Il che significa, dice Fioretti, “zero bidoni e zero cassonetti, con una percentuale che parte già dal 60%”. Il “porta a porta” come punto di partenza, quindi, che va poi “alimentato con iniziative ed informative volte a trasformare lo stile di vita della cittadinanza”. Un progetto di lungo respiro, che non viene ad essere influenzato “né dal numero di abitanti di una città né dalle caratteristiche morfolofiche del territorio”. “Il traguardo dei rifiuti zero non è un’utopia – dice ancora il sindaco Fioretti – Piuttosto, è un obbiettivo ambizioso che potrà portare ad abbandonare ogni idea di inceneritori ed impianti alternativi”.

L’istituzione dell’Osservatorio Comunale implica l’adesione alla strategia internazionale “Zero Waste”, tanto che il presidente dell’organismo appena istituito sarà il prof. Paul Connett, fautore della strategia internazionale e grande esperto della gestione dei rifiuti e del “caso italiano”.

“L’ottimo risultato di Monsano ci fa ben sperare in vista dell’obbiettivo previsto dalla legge, cioè il 65% di differenziata entro il 2012”, dice l’assessore provinciale Marcello Mariani. “Occorre ripensare non solo lo stile dei vita dei cittadini – prosegue – ma anche la progettazione industriale degli imballaggi. D’ora in avanti, saremo impegnati a smaltire in discarica quanti meno rifiuti possibile mettendo in piedi una strategia di raccolta differenziata su larga scala”. Un’opportunità che, secondo Mariani, consentirebbe di “creare nuovi posti lavoro e dare un nuovo impulso all’economia provinciale”.








Questo è un articolo pubblicato il 17-01-2011 alle 15:56 sul giornale del 18 gennaio 2011 - 686 letture

In questo articolo si parla di provincia di ancona, marcello mariani, politica, Comune di Monsano, gianluca fioretti, emanuele barletta, rifiuti zero

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/gpk





logoEV