Potenza Picena: rapinata e violentata, era una simulazione

carabinieri di potenza picena 1' di lettura 11/01/2011 -

Una donna di Potenza Picena è stata accusata dai Carabinieri della locale stazione di 'procurato allarme' e 'simulazione di reato'. La stessa, infatti, per sopperire ad alcuni scompensi del budget familiare, sottaciuti al marito, avrebbe denunciato di essere stata violentata in casa da due sconosciuti che, dopo tutto, l'avevano anche rapinata di alcune migliaia di euro.



Raccolta la denuncia, i militari della compagnia di Civitanova Marche avviarono le indagini. L'episodio denunciato dalla donna, che sarebbe avvenuto all'interno di un condominio di Potenza Picena, risalirebbe ad un paio di mesi fa. Il racconto però, oltre a lasciare perplessi gli investigatori circa la dinamica, sembrò subito poco chiaro per il fatto che nessuno nel palazzo aveva udito o visto nulla. Nel corso delle indagini, in cui sono state raccolte una serie di testimonianze, i Carabinieri di Potenza Picena hanno cominciato a dubitare che fossero effettivamente accaduti quei fatti. E la ricostruzione spazio temporale dei momenti dell’aggressione, grazie anche l’acquisizione di alcuni video girati dalle telecamere di sicurezza presenti per strada in cui non c’era alcuna traccia dei due aggressori, confermava quei sospetti.

Giunti quindi alla conclusione che il racconto della donna fosse fantasioso e grave, tanto da aver allertato la scuola frequentata dai figli, i militari hanno cercato di capire la causa di tutto. Gli accertamenti dei Carabinieri hanno così riscontrato una situazione economica disperata che, scovando nel vissuto familiare, ha permesso di comprendere le ragioni del bizzarro racconto: un bisogno di attingere ad una polizza assicurativa, negatole, per sopperire ad alcuni scompensi del budget familiare nascosti al marito.








Questo è un articolo pubblicato il 11-01-2011 alle 18:46 sul giornale del 12 gennaio 2011 - 1229 letture

In questo articolo si parla di cronaca, potenza picena, Sudani Alice Scarpini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/gel