Pesaro: truffa ai danni dell'Inps per oltre 200.000 euro, nei guai una cooperativa di trasporti

guardia di finanza 1' di lettura 11/01/2011 -

I militari del nucleo di polizia tributaria della Guardia di Finanza di Pesaro hanno scoperto, nell'ambito di una verifica fiscale eseguita nei confronti di una cooperativa di trasporti operante nell'entroterra pesarese, una truffa nei confronti dell'I.N.P.S. e della Regione Marche.



La cooperativa in questione, tra il 2009 e 2010, avrebbe sottoscritto con le organizzazioni sindacali un contratto di solidarietà, stabilendo la riduzione dell'orario di lavoro dei propri dipendenti con riduzione del salario di circa il 26%; differenza, questa, integrata dall'I.N.P.S. e dalla Regione Marche con i contributi erogati alla cooperativa di trasporti e da questa suddivisi ai propri dipendenti.

Dall'esame di documenti amministrativi extracontabili sarebbe emerso però che nello stesso periodo la cooperativa aveva erogato emolumenti "fuori busta" al proprio personale e utilizzato mano d'opera "in nero", prestata da dipendenti mentre erano in ferie. La cooperativa avrebbe fatto ricorso al contratto di solidarietà per ottenere indebiti risparmi nella misura dei minori costi delle prestazioni di lavoro fruite.

Il legale rappresentante e 22 dipendenti della cooperativa sono stati denunciati per truffa aggravata nei confronti dello Stato e degli Enti pubblici, per contributi già percepiti, e tentata truffa aggravata, per le sovvenzioni liquidate ma non ancora erogate, reato che prevede la reclusione sino a sei anni.






Questo è un articolo pubblicato il 11-01-2011 alle 18:33 sul giornale del 12 gennaio 2011 - 731 letture

In questo articolo si parla di cronaca, francesca morici, truffa, pesaro, guardia di finanza

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/gef





logoEV