Fano: ripartono i concerti del Jazz club

giovanni falzone 4' di lettura 11/01/2011 -

Riprende, dopo la pausa delle festività natalizie, la rassegna invernale del Jazz club curata da Fano Jazz Network. Dopo i tre appuntamenti propedeutici di “Preludio”, gli appassionati e neofiti della musica afroamericana potranno assistere ad un'altra serie di serate-evento all’insegna della grande qualità nella suggestiva e prestigiosa cornice marinara del Pala J, abituale sede estiva dei concerti del Jazz Village al porto Marina dei Cesari.



Con la direzione artistica di Adriano Pedini si comincia subito alla grande venerdi 14 gennaio (ore 21.30), con The Spinning Quintet, featuring Mike Melillo. Una formazione che oltre al mitico pianista statunitense schiera l’ideatore del progetto, Giacomo Uncini (tromba), Antonangelo Giudice (sax tenore), Gabriele Pesaresi (contrabbasso) e Massimo Manzi (batteria). Il Quintetto parte dalla musica di Monk e Herbie Nichols passando per Horace Silver fino ad arrivare a presentare nuove ed inedite composizioni e arrangiamenti di Mike Melillo.

La formazione si presenta per la prima volta dal vivo in preparazione di un cd che sarà realizzato a breve. Venerdi 28 gennaio, secondo appuntamento con Dario Carnovale Trio con Exit for Three, progetto discografico del pianista siciliano che a Fano si presenterà in compagnia di Simone Serafini (contrabbasso) e Luca Colussi (batteria). Tra i migliori pianisti del jazz italiano, il virtuoso e vulcanico, Carnovale proporrà dunque Exit for three, disco uscito il 4 dicembre scorso e prodotto dall’etichetta giapponese Albòrejazz che ha rapidamente scalato le classifiche dei dischi più venduti in tutto il Giappone. Il terzo appuntamento del Jazz club è in programma venerdì 4 febbraio con Giovanni Falzone-Mosche Elettriche ed il progetto Around Jimi. Assieme a Falzone (tromba, elettronica, human effects), ci saranno Valerio Scrignoli (chitarra elettrica), Michele Tacchi (basso elettrico), Riccardo Tosi (batteria). Around Jimi oltre ad essere un tributo ad uno dei musicisti più importanti della musica rock (Hendrix), nasce dalla volontà di Falzone di creare un incontro immaginario tra Miles Davis e Jimi Hendrix incontro che, a causa della prematura scomparsa del chitarrista, non avvenne mai.

Venerdi 11 febbraio è invece in cartellone una super formazione Nico Gori Millenovecento che presenterà il cd Shadow. Al pubblico del Jazz club, oltre all’ideatore del progetto Nico Gori (clarino, clarinetto, sax tenore e sax soprano), ci saranno infatti Stefano Onorati (piano), Stefano Senni (contrabbasso) ed Ettore Fioravanti (batteria). Le caratteristiche principali di Nico Gori e Millenovecento sono senza dubbio la forza espressiva e l’intensità del suono che spingono la musica verso territori sempre nuovi, visti da varie angolature, da diverse altezze, vissuti sul momento, sfruttando la grande intesa che unisce i quattro musicisti nell’esecuzione di brani originali scritti da Nico Gori e Stefano Onorati. Questo nuovo album dal titolo Shadows pubblicato da Emarcy, distribuzione Universal Music, è una visione della musica attraverso le ombre e tutto ciò che evocano, le svariate sfumature, i colori. Venerdi 18 febbraio conclude questa prima tornata di concerti, Simona Premazzi Trio, formazione guidata dalla pianista, compositrice italoamericana.

Con lei sul palco Francesco Puglisi (contrabbasso), Adam Pache (batteria). Compositrice con un talento nel creare brani angolari, bilanciati da melodie cantabili, spesso caratterizzati da imprevedibili figure ritmiche e cambi di metrica, ma sempre attraversati da grazia melodica la Premazzi esordisce a Fano. Alla batteria anche Adam Pache, con cui la collaborazione è nata qualche anno fa sulla scena musicale newyorkese. Al termine di ogni concerto, in collaborazione con il Pesaro Jazz Club, riprenderà un’antica consuetudine, ovvero le Jam Session around midnight, ideale punto di incontro tra i musicisti locali e gli ospiti della rassegna che offriranno un concerto nel concerto. Per chi volesse gustare al meglio la musica accompagnandola con una cena raffinata e di classe potrà farlo grazie alla collaborazione dello chef Massimo Biagiali del ristorante (Il Giardino di San Lorenzo in Campo)e del sommellier Cosimo Tomassini. Il Pala J apre infatti alle ore 20 con possibilità di cenare al buffet curato da Massimo Biagiali e degustare i vini proposti da Cosimo Tomassini. La prenotazione dei tavoli dell'area centrale del Pala J non comporta costi aggiuntivi e la cena è facoltativa.

Per prenotazioni: info@fanojazz.org telefoni 342 0601568 - 0721 803043






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-01-2011 alle 16:16 sul giornale del 12 gennaio 2011 - 1267 letture

In questo articolo si parla di jazz, spettacoli, Fano Jazz by the sea, fano jazz

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/gdf