Urbania: un successo per la 14° Festa Nazionale della Befana

Befane ad Urbania 4' di lettura 06/01/2011 -

70.000 visitatori per cinque giorni di manifestazione, oltre 400 camper per circa 2.000 camperisti, strutture ricettive al completo in tutto il territorio fin dal primo giorno della Festa. Soddisfatti Proloco di Casteldurante e Comune di Urbania.



Archiviata con successo la 14° edizione della Festa, la Befana lascia la sua casa di Urbania, una cittadina che in cinque giornate di musica, feste e allegria si è trasformata in un vero e proprio paese dei balocchi. Centinaia le calze appese, oltre 150 le befane che hanno sfilato e intrattenuto grandi e piccoli, diversissimi tra loro e seguitissimi gli appuntamenti che hanno riempito le giornate dei visitatori, mille giochi e iniziative per una manifestazione capace ancora di affascinare perché fatta di ingredienti unici e genuini: la voglia di sognare e la magia che appartiene ai più piccoli ma che aiuterà tutti a vivere meglio l’anno appena iniziato.

Un chiaro successo di pubblico “siamo andati oltre le 70,000 presenze” ha dichiarato la Presidente della Proloco Durantina Ebe Biagetti “superando l’afflusso degli anni passati”. Concorde il Sindaco del Comune di Urbania Giuseppe Lucarini che da oggi riprende le chiavi della città consegnate alla Befana a inizio manifestazione “siamo molto soddisfatti, la Festa ha riconfermato anche quest’anno la sua forza. Un successo dovuto soprattutto ai tantissimi volontari e agli operai del Comune che in questi giorni si sono dati da fare. Senza di loro, viste anche le ristrettezze economiche del momento, tutto questo non sarebbe stato possibile”.

Complice il tempo che per cinque giorni ha permesso ai turisti di visitare Urbania e i suoi tesori, richiestissime le visite a Palazzo Ducale, sede del Museo Civico e della Pinacoteca, dove sono custoditi i famosi Globi del Mercatore e alla Chiesa dei Morti, dove sono conservate 16 mummie naturali. “Abbiamo registrato un “tutto esaurito” in tutte le strutture ricettive del territorio” ha confermato Giovanna Meliffi responsabile del Servizio Turismo del Comune di Urbania “la novità è che quest’anno il grande afflusso ha interessato tutte le cinque giornate della manifestazione e non solo il 5 e il 6 gennaio, momenti più seguiti per tradizione”.

Anche i camperisti hanno risposto in massa al richiamo della Befana: 400 i camper contati per un totale di circa 2.000 persone con un ricambio quasi giornaliero secondo i dati del Camping Club di Pesaro. I camperisti, che da sempre costituiscono il più affezionato pubblico della manifestazione, vengono da tutta Italia: Campania e Puglia le regioni di maggiore provenienza ma aumentano anche i turisti dal Nord, soprattutto Lombardia, Trentino, Valle D’Aosta e Liguria.

Grande infine l’attenzione della stampa locale e nazionale (numerosi gli interventi sulle reti nazionali Raiuno, Raitre e Radio Uno) che confermano quella di Urbania come la più importante manifestazione dedicata all’Epifania.

Un successo leggibile infine negli occhi dei tantissimi bambini che in questi giorni hanno affollato la casa della Befana per parlare con la l’amata nonnina e che sono rimasti incantati guardandola scendere in volo, ogni pomeriggio, dalla Torre Campanaria.

Momento centrale di questo ultimo giorno di manifestazione è stata la 2° edizione del Palio della Befana: le Befane dei quattro rioni sono scese dal Campanile in un trionfo di musiche e fuochi d’artificio. Le illustri rappresentanti di “Ponte Vecchio”, “Porta Celle”, “Porta Parco” e “Porta Nuova” hanno poi dato inizio alle tre emozionanti prove del palio: una staffetta chiamata “prova della calza”, una corsa con la corsa in equilibrio con la mano aperta detta “prova della scopa” e la “prova della Befana in biga”, una corsa in spalla con la Befana. La sfilata delle squadre con i gonfaloni ha poi incantato il pubblico che difficilmente dimenticherà questo ed altri appuntamenti nella cornice di una cittadina in questi cinque giorni è divenuta davvero magica. Magiche le calze appese, le centinaia di figuranti. Magici i mercatini di prodotti tipici sparsi nel centro cittadino. I bambini hanno costruito insieme la scopa dell’abbondanza, hanno imparato giocando la lavorazione della ceramica, hanno potuto ricevere caramelle e carbone dalla Befana in persona e l’hanno aiutata nella sfilata della calza più lunga del mondo. Vivendo cinque giorni magici che ricorderanno per sempre.

E in serata la magia ha lasciato spazio alla fortuna con la premiazione del rione vincitore del 2° Palio della Befana e con l’estrazione della lotteria in Viaggio con la Befana, ben 10.000 i biglietti venduti.

La 14° edizione della Festa Nazionale della Befana si chiude così, con la Befana 2011 che se ne va in volo lasciando Urbania più ricca grazie all’atmosfera nata dalle tante emozioni che chi è stato qui in questi giorni ha potuto vivere e lasciare.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-01-2011 alle 18:27 sul giornale del 07 gennaio 2011 - 1086 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, urbania, befana, festa nazionale della befana

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/f50





logoEV