Caso Goffo: ossa in un bosco ad Ascoli, probabilmente di Rossella

rossella goffo 1' di lettura 06/01/2011 -

Ossa umane e un braccialetto. E' la macabra scoperta fatta ieri in un bosco vicino ad Ascoli Piceno da due cacciatori, secondo le ultime indiscrezioni sarebbero i resti di Rossella Goffo, la donna scomparsa lo scorso maggio.



La clamorosa svolta è arrivata per merito di due cani da tartufo che stavano passeggiando con i loro padroni nel bosco di Colle San Marco a una quindicina di km da Ascoli. I due animali hanno infatti trovasto dei resti umani che secondo le prime analisi appartengono ad una donna. Insieme alle ossa c'era un braccialetto e dei jeans.

A collegare i resti umani al caso Goffo sarebbe stato il braccialetto, ritrovato poco lontano e riconosciuto dal marito della donna. Sul caso da tempo gli inquirenti sondano la pista dell'omicidio, oramai quasi confermata. Per il reato è da tempo indagato dalla procura di Ancona un tecnico della questura ascolana, Alvaro Binni, con cui la Goffo aveva avuto una relazione.

Secondo delle indiscrezioni Binni, 41 sposato con 4 figli, avrebbe visto la Goffo la sera prima della scomparsa, un faccia a faccia culminato in una lite. Dopo di chè la donna è scomparsa nel nulla lasciando la macchina davanti all'ufficio. Rossella e Binni si erano conosciuti a Rovigo, dove entrambi lavoravano. Lui risiede a Ascoli e per stargli più vicino lei aveva chiesto il trasferimento ad Ancona. Il movente potrebbe essere, secondo gli inquirenti, la volontà di Binni di non mettere a rischio la propria famiglia. Con il probabile ritrovamento del corpo, la posizione dell'indagato potrebbe aggravarsi.








Questo è un articolo pubblicato il 06-01-2011 alle 20:34 sul giornale del 07 gennaio 2011 - 2005 letture

In questo articolo si parla di cronaca, riccardo silvi, rossella goffo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/f6h





logoEV