Monte Roberto: il Consiglio Comunale chiude l’anno con il botto

centrosinistra per monteroberto 3' di lettura 02/01/2011 -

Si è chiusa con l’abbandono dell’aula da parte di tutto il gruppo Consiliare del “Centro Sinistra per Monte Roberto” l’ultimo Consiglio Comunale del 29/12/2010 che riportava all’ordine del giorno una importante ed attesa delibera di Consiglio dove si doveva decidere la sorte della società “Monte Roberto Energia e Futuro” a cui il Comune aveva affidato la gestione del parco fotovoltaico, procedura questa, che la minoranza aveva legittimamente contestato e sulla quale la più alta Autorità Istituzionale di Controllo sugli Appalti Pubblici (Avcp) aveva aperto un’istruttoria conclusasi con una sua deliberazione, dove si confermavano tutte le perplessità a suo tempo espresse dalla minoranza.



La seduta iniziata con la richiesta del Consigliere Coacci di rettifica delle verbalizzazioni del Consiglio precedente, proseguita con la discussione di due interrogazioni e due mozioni, di cui una approvata all’unanimità “ sulla modifica dello Statuto Comunale per far si che l’acqua sia un bene non alienabile e non soggetto a privatizzazione”, per poi accendersi con forti polemiche quanto la minoranza si è vista respingere puntualmente la mozione sul progetto “dissesto del Capoluogo” e, con generiche motivazioni di illegittimità tecnica, alcuni emendamenti volti ad una maggior salvaguardia dei dipendenti Comunali per un miglioramento della loro efficienza verso i Cittadini.

Preso atto dell’arroccamento della Maggioranza, tutto il gruppo Consiliare di Minoranza ha abbandonato in segno di protesta l’aula con la dichiarazione del Consigliere Coacci di cui ne riportiamo il seguente contenuto:

Dichiara il proprio voto contrario poiché la partecipazione dell’Ente alle Soc. SIC-1 e “Monte Roberto Energia e Futuro” è in contrasto con l’applicazione dell’art.3 comma 27 e seguenti della legge 24.12.2007. Si ritiene tali Società non strettamente necessarie al perseguimento delle attività istituzionali del Comune, in contrasto con la tutela della concorrenza e mercato. La delibera non riporta nemmeno il parere espresso dalla Avcp che nella sua deliberazione n. 71 del 16.11.2010 dichiara non verificabile la “Strumentalità” della Soc. Monte Roberto Energia e Futuro, dove, nel caso specifico dell’incarico e dell’affidamento della gestione del parco fotovoltaico risulta come antieconomico poiché lo stesso incarico viene rigirato alla Soc. SIC-1 per un importo di 220.000 € , non intravedendo così le ragioni che dimostrino l’interesse della collettività territoriale alla conservazione della Società, ovvero i vantaggi connessi all’istituzione della Società stessa. Grave ed offensivo per tutto il Consiglio è il fatto che non si tenga conto della circolare emanata dall’ANCI e della delibera della Corte dei Conti Lombardia. Pensiamo che ci siano forti condizionamenti esterni sull’approvazione di questa delibera.

Come possiamo noi minoranza confrontarci con i nostri interlocutori Consiglieri di maggioranza in questa situazione?, perché non sono messi nelle condizioni di consapevolezza e responsabilità?, perché veniamo citati di buttar fumo sugli occhi?, perché un Consiglio Comunale non viene chiamato a legiferare su pareri espressi dagli organi di controllo come l’Avcp?, Come può una minoranza svolgere il proprio compito istituzionale quando pur con richieste formali ed informali non gli viene concesso in tempo utile la verifica sui lavori ultimati della nuova scuola per l’infanzia?, forse non riuscite a spiegarci perché anche stamane il cantiere era aperto?. Abbiamo sopportato querele, diffamazioni in Consiglio, strumentalizzazioni di nostre dichiarazioni mal interpretate e mal verbalizzate, abbiamo sopportato l’arroganza “politica”, ma ora diciamo basta a questo denunciato disagio. In questa situazione con una forma educata di protesta democratica abbandoniamo l’aula poiché non vogliamo oltremodo essere conniventi con questa gestione “arrogante” della cosa pubblica. Preannunciamo in futuro che, responsabilmente, nei prossimi Consigli Comunali non faremo mancare il numero legale, ma la nostra presenza sarà per presa d’atto, la nostra missione si sposterà fuori dal Consiglio, sul territorio vicino alla gente.

Il PD e SEL esprimono apprezzamento sull’operato dei propri rappresentanti in Consiglio Comunale per la loro attenta e scrupolosa azione a sostegno dell’Amministrazione.


da Giordano Campanella
Segretario PD - Monte Roberto




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-01-2011 alle 19:13 sul giornale del 03 gennaio 2011 - 973 letture

In questo articolo si parla di politica, partito democratico, pd, monteroberto, Centrosinistra, giordano campanella