Botti Capodanno: 14 i feriti più gravi nelle Marche

petardi 1' di lettura 01/01/2011 -

E' di 14 persone il bilancio dei feriti di Capodanno nelle Marche. Il caso più grave ad Arcevia. Sette inoltre le persone che si sono rivolte al pronto soccorso dei vari ospedale per farsi medicare piccole ustioni riportate a mani e braccia a causa dello scoppio di petardi.



I casi più gravi riguardano un ragazzo di 13 anni ad Arcevia che è rimasto ferito ad un occhio dallo scoppio di un petardo. Il giovane è stato portato d'urgenza all'ospedale di Senigallia dove è stato medicato. I medici hanno detto che se la caverà con una prognosi di venti giorni. Stessa sorte per un 25enne di Offida, vittima di un incidente analogo. Anche lui guarirà in venti giorni.

A Cupramontana invece due uomini di 64 e 31 anni hanno riportato ferite ad un occhio e ustioni al volto e hanno chiesto le cure del pronto soccorso di Jesi.

A Corridonia, nel maceratrese, un 16enne è rimasto scottato ad un labbro ma guarirà in un paio di giorni.

Fra i feriti c'è anche un bimbo di 7 anni di Lapedona che si è ustionato il palmo di una mano. Sempre nel fermano ad un 44enne di Torre San Patrizio è esploso un petardo in mano riportando ustioni alle dita guaribili in sette giorni.






Questo è un articolo pubblicato il 01-01-2011 alle 12:16 sul giornale del 03 gennaio 2011 - 826 letture

In questo articolo si parla di arcevia, cronaca, riccardo silvi, capodanno, offida, ustioni, petardi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/fYh


Anonimo

Commento sconsigliato, leggilo comunque




logoEV