Mercatino Conca: 79enne rapinata in casa da un finto agente assicurativo, arrestato

carabinieri di mercatino conca 2' di lettura 25/10/2010 -

Nel corso di uno dei servizi di controllo del territorio denominati 'Laser', disposti dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Pesaro ed Urbino al fine di contrastare la recrudescenza dei reati contro il patrimonio, i furti nelle abitazioni, le rapine e le truffe agli anziani, i Carabinieri della Stazione di Mercatino Conca hanno sorpreso gli autori di una rapina ai danni di un'anziana signora.



Si tratta di due giovani, di origina napoletana, a bordo della loro Fiat 500 verde con targa italiana. La descrizione precisa e dettagliata della donna al 112 ha quindi permesso l'identificazione immediata. Sono bastati pochi minuti ai militari ad intercettare la Fiat 500 con a bordo i due giovani dalla segnalazione della 79enne, residente a Valle Sant'Anastasio nel Comune di Sassofeltrio, che era stata derubata di mille euro in contanti.

I due giovani, fermati ed accompagnati presso gli uffici della Stazione di Mercatino Conca, sono stati perquisiti. Nella tasca anteriore destra dei pantaloni di uno dei due sono infatti rinvenuti i mille euro della signora, in banconote da 100 euro. Pertanto A.L., un 33enne di Napoli con precedenti per truffa, è stato tratto in arresto mentre il complice, un 29enne napoletano che durante il colpo attendeva l'amico in macchina, è stato denunciato. Anche quest'ultimo è già noto alle Forze dell'Ordine ma per reati nel campo degli stupefacenti. Il denaro, posto a sequestro, è stato restituito alla 79enne.

Il 33enne, fingendosi un agente assicurativo, si era presentato presso l'abitazione della vittima dichiarando di conoscere i due figli della donna e che doveva riscuotere due distinte polizze assicurative intestate a ciascun figlio. La donna, che ha assistito ad una telefonata (ovviamente falsa) con uno dei suoi figli in cui autorizzavano l'uomo ad avere un anticipo di mille euro dall'anziana madre, consegnò il denaro al malvivente. Una volta ottenuto il denaro, l'uomo ha consegnato un foglio indicato come ricevuta per l'avvenuto pagamento e si è dato alla fuga con il complice che attendeva sotto casa a bordo della Fiat 500 verde.

La successiva lucidità della vittima nel capire di essere stata ingannata e nel segnalare subito il fatto ai Carabinieri ha permesso la repentina attività d’indagine, condotta dai Carabinieri di Mercatino Conca e della Centrale Operativa della Compagnia di Urbino. Per questo motivo, il Capitano Walter Fava, Comandante della Compagnia Carabinieri di Urbino, coglie l’occasione per ribadire ancora una volta a tutti i cittadini, di prestare la massima attenzione al verificarsi di questi sempre più frequenti episodi delittuosi, che vedono tali malviventi, con spregevole intento criminoso e privi di alcun valore morale, approfittare delle categorie più deboli del tessuto sociale.








Questo è un articolo pubblicato il 25-10-2010 alle 19:17 sul giornale del 26 ottobre 2010 - 623 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, truffa, Sudani Alice Scarpini, sassofeltrio, mercatino conca

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/dH5





logoEV