Castelplanio: prestigiosi riconoscimenti tributati alla memoria del dottor Carlo Urbani

carlo urbani 2' di lettura 23/10/2010 -

Cattedra ordinaria honoris causa, premio “Ippocrate 2010” e intitolazione della Scuola di Difesa Sanitaria Nbcr (nucleare, biologico, chimico e radiologico) istituita dall’Università Giovanni Paolo I in cooperazione con la Nato. Sono questi i prestigiosi riconoscimenti tributati venerdì scorso al dottor Carlo Urbani, medico marchigiano di Castelplanio (An) che nel 2003 individuò, bloccandone l’epidemia e rimanendone purtroppo vittima nell’adempimento del proprio lavoro, l’allora sconosciuta Sars (sindrome respiratoria acuta severa).



I titoli sono stati assegnati ufficialmente nel corso della presentazione dell’anno accademico 2010-2011 dell’Università Giovanni Paolo I di Roma presso la Camera dei Deputati a Palazzo Marini. Lo stesso rettore dell’ateneo, Luciano Ridolfi, ha dato lettura della motivazione dei riconoscimenti e consegnato alla vedova di Urbani, Giuliana Chiorrini, una pergamena e una coppa in ricordo dell’evento. Apprezzato e commosso il fuori programma, concesso alla mamma del medico marchigiano Maria Scaglione, all’interno della scaletta d’interventi. La Scaglione ha ringraziato il rettore e i presenti ricordando suo figlio Carlo e l’Associazione Italiana Carlo Urbani che in suo nome, nei paesi poveri d’Asia ed Africa, sostiene azioni di solidarietà, di formazione medico-infermieristica e distribuzione di medicinali per malattie endemiche. Questa la motivazione con cui il Senato Accademico dell’Università degli studi Giovanni Paolo I ha iscritto il Professor Carlo Urbani all’Albo d’onore dell’ateneo. “Pioniere dell’NBCR civile, nel tentativo di arginare grave e pericolosa pandemia di natura biologica sconosciuta che aveva già iniziato a mietere numerose vittime, nell’assoluto adempimento del giuramento Ippocratico prestato, con grande generosità d’animo e grande professionalità, sacrificava la sua stessa esistenza, intervenendo nei luoghi di focolaio nell’eroico intento di ricercare efficace risposta terapeutica in difesa della salute pubblica internazionale e della sacralità della vita umana.

Contestualmente e con pari motivazione, al Professor Carlo Urbani viene conferito, con votazione unanime della Giuria del PapaLucianiPrize anche il Premio Speciale “Ippocrate” 2010”, dedicandogli inoltre la Scuola di Difesa Sanitaria Civile NBCR che da oltre due anni, in cooperazione con il Quartier Generale NATO ed altre istituzioni nazionali ed internazionali, sta formando centinaia di professionisti della sanità. I riconoscimenti tributati alla memoria del dottor Carlo Urbani a Palazzo Marini vanno ad aggiungersi agli attestati di stima arrivati nel corso degli anni dal mondo istituzionale e civile che danno linfa, visibilità e continuità anche all’operato dell’Associazione Italiana Carlo Urbani Onlus. AICU, costituita da familiari, amici ed ex colleghi di Urbani, continua nel medesimo settore, e nei paesi dimenticati del mondo, le attività solidali che hanno contraddistinto le scelte di vita e professionali del grande medico di Castelplanio (An).






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-10-2010 alle 18:19 sul giornale del 25 ottobre 2010 - 675 letture

In questo articolo si parla di sanità, attualità, roma, associazione italiana carlo urbani onlus, carlo urbani





logoEV