counter

Senigallia: era ricercato dalla Polizia tedesca, arrestato un 19enne di origini italiane

1' di lettura 21/10/2010 -

Su di lui spiccava un mandato di arresto emesso dalla polizia tedesca e lui ha trascorso tranquillamente l'estate a Senigallia per la stagione estiva.



E' stato fermato ed inividuato dagli agenti del Commissariato di Senigallia durante un normale controllo del territorio, E.C.., un diciannovenne di origini italiane ma nato e residente in Germania, ricercato per vari reati. Il 6 gennaio era stato trovato in possesso di una pistola a gas non autorizzata all'interno di una discoteca nella città di Eggenfelden.

Il 16 gennaio E.C. aveva anche rubato un'Alfa Romeo Spider all'interno di una concessionaria di Altotting per un valore di 40 mila euro e come se non bastasse, durante le operazioni di manovra, aveva spaccato la vetrata della concessionaria e urtato un'altra auto per danni pari a 100 mila euro. Il 28 febbraio aveva anche forzato la porta di un'abitazione nella città di Altotting rubando 4 mila euro, un lap top da 1.000 euro e una fotocamera digitale del valore di 400 euro. Il giovane aveva però fatto perdere le sue tracce nonostante la polizia lo cercasse per arrestarlo.

Quando gli agenti del commissariato lo hanno fermato, il giovane ha fornito le generalità raccontando di aver lavorato per la stagione estiva in un albergo di Senigallia e di essere ospite, da qualche settimana, in casa di un conoscente straniere, residente in centro. Grazie alla banca dati internazionale, la Polizia ha scoperto il mandato di cattura internazionale e ha arrestato il giovane che ora si trova nel carcere di Montacuto in attesa dell'estradizione.








Questo è un articolo pubblicato il 21-10-2010 alle 15:35 sul giornale del 22 ottobre 2010 - 807 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, giulia mancinelli, arresto

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/dyb





logoEV
logoEV