Summit dei segretari regionali del nuovo centro sinistra riformista e dell'Udc

partito democratico 1' di lettura 18/10/2010 -

A sette mesi delle elezioni regionali i partiti del nuovo centro sinistra riformista e dell'UDC che fanno parte della maggioranza regionale si sono incontrati per fare il punto dopo i primi mesi della nuova legislatura alla luce degli effetti devastanti che la manovra economica e finanziaria del Governo delle destre e del nuovo asse Bossi-Berlusconi avrà sui cittadini marchigiani.



La Regione Marche infatti dovrà contribuire al risanamento della finanza pubblica per 400 milioni di euro nel triennio 2011-2013 con numerosi tagli che vedono le politiche sociali passare da 26 a 12 milioni di euro, l’istruzione, la formazione, il lavoro da 18 a 6, il territorio, la mobilità, le infrastrutture da 79 a 26, l’agricoltura da 9 a 3, le attività produttive da 28 a 9.

La spesa sanitaria vedrà invece una riduzione di 240 milioni di euro sulla spesa ordinaria e di 340 milioni di euro in meno sui 560 assegnati per gli investimenti nelle Marche. I partiti si impegnano anche e a promuovere una opportuna sensibilizzazione dei cittadini marchigiani sugli effetti già preoccupanti della crisi ed della mancanza occupazionale. I segretari della coalizione si impegnano a incontrarsi periodicamente per fare il punto sulle istituzioni nelle quali collaborano insieme.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-10-2010 alle 17:35 sul giornale del 19 ottobre 2010 - 544 letture

In questo articolo si parla di politica, partito democratico, pd

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/dqu





logoEV