Ens: sit-in per il riconoscimento della lingua italiana dei segni

ens 2' di lettura 13/10/2010 -

Le Sezioni delle Marche, come quelle di tutt’Italia, sono – con i propri dirigenti – davanti alle Prefetture, mobilitandosi con “cartelli”, dando vita a sit-in, per il riconoscimento, come è avvenuto in tantissimi Paesi d’Europa e del mondo, della LIS (Lingua Italiana dei Segni).



Infatti, da più di un anno, la legge nazionale è bloccata nella Commissione Bilancio del Senato, senza motivate ragioni, col sospetto che, i soliti Gruppi che ‘parlano’ di sradicare la sordità dal mondo, per sostenere la solita filastrocca di “guarire la sordità” e/o “imparare a parlare a voce”, ma non sanno loro stessi comunicare con i sordi e gli ipoacusici, frenano questo atto di giustizia, liberando i sordi dalle catene e dell’isolamento. Il riconoscimento dela legge non costa nulla allo stato! Pertanto non saranno accettate le solite scuse di "...in tempi di crisi...".

Riconoscere la Lis significa attivare la Convenzione dell’ONU sui diritti delle persone disabili. Ricordiamo che, il nostro Paese, ha ratificato la convenzione il 3 marzo 2009, legge n. 18. Basta al menefreghismo della classe politica su queste tematiche, sulla carenza delle strumentazioni e strutture pubbliche (vedi l’indicazione dell’orario Arrivo e Partenza dei treni nelle stazion; vedi gli Operatori socioculturali degli Enti Locali che comunicano col ‘solito’ bla-bla; vedi la stessa Regione Marche nelle prenotazioni per le visite mediche, CUP e tanto, tanto ancora!)

Riconoscere questa lingua, la LIS, significa “partecipare” con le proprie potenzialità psicointellettive, far sì che i docenti di sostegno nelle scuole diventino migliori, inducendoli a “saper comunicare” con i propri alunni e studenti. …E altro! E altro! Le Marche ha bisogna della legge per permettere ai sordi e agli ipoacusici di essere presenti. Presidente Spacca ascoltaci. Grazie.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-10-2010 alle 16:01 sul giornale del 14 ottobre 2010 - 729 letture

In questo articolo si parla di attualità, linguaggio, ENS Ancona, Ente Nazionale per la Protezione e l’Assistenza dei Sordi, sordo, segno

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/de1