Jesi: teatro, al via la stagione della Fondazione Pergolesi Spontini

piazza della repubblica 7' di lettura 12/10/2010 -

Ventinove appuntamenti da dicembre a maggio compongono il ricco cartellone della Stagione teatrale 2010/2011 della Fondazione Pergolesi Spontini realizzato in collaborazione con l’AMAT e gli Assessorati alla Cultura dei Comuni di Jesi, Maiolati Spontini, Montecarotto, Monte San Vito e San Marcello e con il contributo di Banca Popolare di Ancona e Sogenus.



Il cartellone dei cinque teatri della Fondazione - ognuno con la propria identità e, nello stesso tempo, in rapporto con gli altri così da integrarsi a vicenda e dar vita ad un’unica grande stagione teatrale - comprende anche alcuni degli spettacoli programmati per Scompagina/4 libri in scena con dedica a Valeria Moriconi, rassegna tematica – a cura del Centro Valeria Moriconi - giunta alla quarta edizione che si snoda trasversalmente tra tutti i teatri. Il Teatro Pergolesi propone in abbonamento sei spettacoli che sono, per scelta, del tutto diversi nel genere e nel linguaggio teatrale. Si apre con due prestigiose esclusive regionali: il 5 dicembre Jesus Christ Superstar, celeberrima opera rock degli anni ’70, ormai un classico nel suo genere, che per dimensioni tecniche e produttive sarà allestita al Palasport – in collaborazione con Dado srl e con la partecipazione della Associazione Missione Brasile onlus - in un’edizione speciale diretta dal collaudatissimo regista Massimo Romeo Piparo, con orchestra dal vivo e con interpreti inconsueti del calibro di Matteo Beccucci (Giuda) vincitore di X Factor, Mario Venuti (Pilato) dei Denovo, Simona Bencini (la Maddalena) solista dei Dirotta su Cuba, accanto al “veterano” Paride Acacia (Gesù). Segue il 22 e 23 gennaio il Teatro Nero di Praga con la storica compagnia di Jiři Srnec, la più rappresentativa di questa tecnica teatrale a livello internazionale: in Dreams presentano il meglio del loro repertorio in uno spettacolo di figura pieno di magia, divertente e adatto a tutte le età, acclamato dalla critica e dal pubblico in tutto il mondo.

Il 12 e 13 febbraio è di scena un classico della commedia napoletana I casi sono due di Armando Curcio con Carlo Giuffrè come strepitoso protagonista e la sua affiatatissima, esilarante compagnia nella quale spicca Angela Pagano, signora indiscussa della scena. Dopo l’indimenticabile successo de La parola ai giurati, torna al Pergolesi il 5 e 6 marzo Alessandro Gassmann, affermatosi in questi ultimi anni come uno degli attori e registi più validi del teatro italiano. Presenterà un suo adattamento di un testo contemporaneo di Reinaldo Povod Roman e il suo cucciolo, di drammatica attualità, incentrato sulla presenza degli immigrati nella nostra vita. Il 19 e 20 marzo è la volta del teatro-canzone inventato da Giorgio Gaber di cui si ripropone testi e musiche di uno dei dischi più riusciti: E pensare che c’era il pensiero nell’interpretazione di un’attrice e cantante di intensa espressività come Maddalena Crippa, accompagnata da un pianista e tre coriste: un Gaber riletto al femminile che mantiene tutta la sua forza e che ci fa riflettere ancora oggi. Infine il 2 e 3 aprile La scuola delle mogli, una commedia-farsa di Molière: un classico poco noto, reinterpretato in maniera originalissima e in chiave musicale da una figura di spicco del nostro teatro, Valter Malosti traduttore, regista e protagonista con una bella compagnia di giovani. Al Teatro Spontini di Maiolati si inizia con due delle commedie più apprezzate, divertenti e attuali della scorsa stagione: l’11 dicembre Col piede giusto, interpretata tra gli altri dalla simpatica coppia Amanda Sandrelli e Blas Roca Rey; il 16 gennaio Die panne.

La notte più bella della mia vita con una compagnia capitanata da Gian Marco Tognazzi che offre una bella prova d’attore accanto a Bruno Armando. L’eccezionale talento comico e musicale del quintetto bolognese degli Oblivion, valorizzato dal ritmo vertiginoso della regia di Gioele Dix, è alla base dello strepitoso successo del loro show, già esploso su Internet e confermato nella tournée teatrale che farà tappa a Maiolati il 5 febbraio. Rocco Papaleo con una nutrita compagnia napoletana diretta magistralmente da Giancarlo Sepe, metterà in scena il 13 marzo cinque splendidi atti unici di un Eduardo più unico che raro. Attesissimo infine per l’8 maggio, nel contesto della rassegna Scompagina/4, il nuovo spettacolo Itis Galileo di Marco Paolini che lo preannuncia come “un’occasione per riflettere intorno a Galileo e Copernico, per ragionare di scienza mal digerita sui banchi di scuola”. Al Teatro di Montecarotto l’8 gennaio andrà in scena Liberate le aragoste, una commedia “in cui si ride amaro e si riflette”: è scritta e diretta da Francesco Bonelli, autore e attore noto di cinema e tv, che la interpreta assieme alla sua giovane compagnia romana, “sponsorizzata” da Vincenzo Cerami. Di un’altra commedia, Hula hop, in cartellone il 20 febbraio, sarà autore e protagonista Antonio Lucarini, già apprezzato con la sua compagnia nella scorsa stagione sullo stesso palcoscenico e in ambito regionale. Mentre, per la rassegna Scompagina/4, è in programma il 9 aprile Toni Ligabue, tratto dal libro di Cesare Zavattini (grande amico di Valeria Moriconi) e interpretato con rara sensibilità dal comico bolognese Stefano Bicocchi in arte Vito. Al Teatro La Fortuna di Monte San Vito il 29 gennaio si inaugura con Il sogno di Ipazia, straordinaria figura femminile di matematico, astronomo, filosofo e pensatore religioso, tornata alla ribalta grazie anche al film “Agorà” e su cui è incentrato questo spettacolo (inserito nella galleria di Scompagina/4) che ha ottenuto un incredibile successo nella scorsa stagione così da diventare un piccolo caso nel panorama nazionale. Seguiranno il 19 febbraio Pasticceri. Io e mio fratello Roberto con Leonardo Capuano e Roberto Abbiati, uno spettacolo cult, delizioso e geniale: “tanto zucchero e poesia” e infine il 26 marzo Napoleone magico imperatore un altro spettacolo comico e poetico insieme, interpretato dal mitico Sergio Bini in arte Bustric.

Il cartellone del Teatro Ferrari di San Marcello ospita per cinque venerdì (7 gennaio, 4 febbraio, 4 marzo, 1 aprile e 6 maggio – ingresso gratuito) Spazio Sofa, curiosa iniziativa ad ingresso gratuito di Baku – tra le giovani compagnie sostenute dal progetto Matilde, piattaforma della nuova scena marchigiana promossa dalla Regione Marche/Assessorato alla Cultura e AMAT - realizzata nell’ambito di HabitaTeatro, progetto fortemente voluto dall’Assessorato alla Cultura della Provincia di Ancona e dall’AMAT e realizzato in collaborazione con il Comune di San Marcello. Spazio Sofa è un progetto di contaminazione, diffusione e integrazione culturale che accoglie esperienze artistiche ed espressive di ogni tipo. Corrado Tedeschi è protagonista il 12 gennaio del toccante testo classico pirandelliano L'uomo dal fiore in bocca diretto da Marco Rampoldi. Il cartellone del Ferrari si completa con Archeo Cabaret, spettacolo su musica dalle commedie più famose di Aristofane, un viaggio alla scoperta delle origini della satira interpretato da Debora Caprioglio e Stefano Artissunch che cura anche la regia (data da definire). Con questa vasta e variegata gamma di proposte, il pubblico è invitato a scegliere in teatro il suo posto fisso in abbonamento (in vendita dal 30 ottobre) o a costruirsi un proprio percorso tra i diversi teatri (dal 20 novembre prevendita biglietti e carnet).

Per informazioni: Biglietteria del Teatro G.B. Pergolesi, dal martedì al sabato, dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 17 alle 19.30 - tel. 0731 206888, biglietteria@fpsjesi.com.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-10-2010 alle 16:57 sul giornale del 13 ottobre 2010 - 806 letture

In questo articolo si parla di teatro, jesi, spettacoli, amat, fondazione pergolesi spontini, teatro pergolesi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/dcW





logoEV