Favia: 'Quale futuro per l'ospedale Marche Nord e il nuovo plesso del Salesi?'

david favia 2' di lettura 12/10/2010 -

Interrogazione sui tagli al sistema sanitario regionale delle Marche e cancellazione dei finanziamenti per la costruzione dell’ospedale “Marche Nord” e per i nuovi plessi dell’ospedale “Salesi” di Ancona presentata dagli onorevoli David Favia e Antonio Palagiano.



Al Ministro della Sanità

premesso che:

ai sensi dell’art. 32 della Costituzione, “La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell'individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti”, in ciò rivelando la straordinaria attenzione che le Istituzioni pubbliche, ed in primis il Governo, devono riservare alla politica sanitaria, quale strumento concreto di attuazione di un diritto fondamentale dei cittadini;

il sistema sanitario marchigiano è stato riconosciuto dallo stesso Governo e a più riprese (da ultimo in una recentissima indagine del marzo 2010), quale un modello assolutamente virtuoso, al punto da poter legittimamente ambire ad essere di concreto esempio per altre Regioni italiane, e ciò sia in termini di costi, sia in termini di efficienza e qualità delle prestazioni erogate ai cittadini; le manovre finanziarie varate del Governo Berlusconi (da ultimo la cd. Manovra estiva del luglio 2010) comportano drastici tagli nei trasferimenti in favore dei servizi sanitari delle Regioni, ancorché – come nel caso della Regione Marche – la stessa sia considerata “virtuosa”;

alla luce di questa ultima pesantissima manovra, unanimemente contestata dai Presidenti delle Regioni, anche perché scaturita senza che vi sia stato alcun confronto preliminare con i Governatori, per la Regione Marche – in maniera particolare – vi è il concreto rischio, più volte paventato sulla stampa regionale, di non poter disporre delle risorse economico-finanziarie per garantire la costruzione di un nuovo polo sanitario nel nord della Regione (segnatamente nel pesarese), da lungo tempo atteso dalle popolazioni locali ed addirittura già inserito nel piano degli investimenti pubblici da parte della Regione medesima; a causa dei medesimi tagli, un polo di eccellenza sanitaria da sempre operante al servizio del territorio regionale e dell’Italia meridionale, adriatica e non solo, quale l’Ospedale dei Bambini “Salesi” di Ancona, attesa la necessità di spostare la struttura dagli edifici attualmente occupati, rischia di dover chiudere e non poter riaprire, venendo a mancare i finanziamenti necessari all’edificazione dei nuovi plessi ad hoc accanto ai padiglioni già esistenti dell’Ospedale Regionale di Torrette di Ancona;

se il Ministro interrogato intenda confermare il taglio degli stanziamenti per la costruzione dell’ospedale “Marche Nord” nel pesarese e per l’edificazione del nuovo plesso dell’Ospedale dei Bambini “Salesi” di Ancona.


da David Favia
coordinatore regionale IdV




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-10-2010 alle 19:13 sul giornale del 13 ottobre 2010 - 776 letture

In questo articolo si parla di sanità, politica, italia dei valori, david favia, idv

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ddl





logoEV