Monteprandone: ricatto e pestaggio, in manette cinque persone

carcere 1' di lettura 08/10/2010 -

Torna in carcere G. D., l'imprenditore di Monteprandone accusato di aver abusato di tre dipendenti con la minaccia di licenziarle.



L'imprenditore, in carcere con altre quattro persone, deve rispondere anche di concorso in tentata estorsione, incendio e lesioni gravi.

Per intimidire un collaboratore dell'azienda, testimone al processo a suo carico, sarebbe stata avanzata la richiesta di due milioni di euro, poi la pressione si sarebbe concretizzata con l'incendio doloso dell'auto della moglie ed infine in un pestaggio con una prognosi di 90 giorni.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-10-2010 alle 00:30 sul giornale del 08 ottobre 2010 - 748 letture

In questo articolo si parla di cronaca, francesca morici, monteprandone, carcere montacuto

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/c3I