Jesi: manifestazione Fiat, uova contro lo stabilimento

giorgio cremaschi 1' di lettura 05/10/2010 -

Oltre 1.500 lavoratori metalmeccanici della Fiom Cgil hanno manifestato martedì davanti alla sede della Fiat Cnh di Jesi durante sciopero di quattro ore che ha coinvolto le più importanti aziende del settore della provincia.



Secondo i dati sindacali l'adesione è stata mediamente tra il 60 e il 70% con punte alla Fiat di circa 80% e nella cantieristica, quasi il 90%. Alla manifestazione ha partecipato anche gli studenti delle scuole superiori e dei centri sociali di Jesi e Senigallia. Presenti anche lavoratori della Antonio Merloni e della cantieristica navale.

Sono intervenuti i rappresentanti degli studenti e alcuni esponenti delle Rsu aziendali. Il comizio conclusivo è stato tenuto da Giorgio Cremaschi, presidente del Comitato centrale della Fiom Cgil. Nel corso degli interventi sono partiti lanci di uova contro lo stabilimento Fiat per protestare contro la politica di Marchionne. La protesta intende difendere diritti e dignità dei lavoratori contro l'accordo sulle deroghe al contratto nazionale firmato il 29 settembre scorso tra Federmeccanica, Fim e Uilm nazionali.






Questo è un articolo pubblicato il 05-10-2010 alle 15:35 sul giornale del 06 ottobre 2010 - 673 letture

In questo articolo si parla di attualità, francesca morici, jesi, manifestazione, fiat, giorgio cremaschi





logoEV