counter

San Benedetto: corteggia una ragazza per poi farla prostituire, in manette un 29enne ed il complice

carabinieri 1' di lettura 27/09/2010 -

Finge di essere innamorato di lei, la corteggia ed inizia con lei una relazione. Finge anche di aiutarla a trovare lavoro ma, poco dopo, la chiude in un casolare di campagna e cerca di avviarla alla prostituzione con l'aiuto di I.H., un complice marocchino. La ragazza riesce a scappare ed a tornare a casa dai parenti, racconta l'accaduto e ne scaturisce una rissa.



E' quanto accaduto a San Benedetto del Tronto ad una ragazza marocchina di 28 anni. La giovane, avvicinata e sedotta da Z.B., un connazionale di 29 anni residente ad Ascoli Piceno, una volta tornata a casa dai parenti viene avvicinata nuovamente dal marocchino che riesce a convincerla ad incontrarsi per chiarire l'accaduto.

L'incontro, avvenuto al Porto alla presenza dei familiari della vittima, si trasforma però in una rissa. Il cognato della ragazza, armato di una chiave inglese, ferisce alla testa I.H. che verrà medicato in ospedale con una prognosi di 30 giorni. Ma la vicenda non finisce qui. Il 29enne infatti segue la giovane marocchina all'interno dell'ospedale, dove si era recata per farsi medicare, e l'aggredisce procurandole lesioni giudicate guaribili in 8 giorni. Z.B. tenta di scappare ma la segnalazione della 28enne permettono ai militari di trarre in arresto i due marocchini. Z.B. e I.H., ora chiusi nel carcere di Marino del Tronto, dovranno rispondere di concorso in sequestro di persona e violenza personale ai danni di una connazionale.






Questo è un articolo pubblicato il 27-09-2010 alle 20:03 sul giornale del 28 settembre 2010 - 581 letture

In questo articolo si parla di cronaca, san benedetto del tronto, arresto, Sudani Alice Scarpini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/cDs