counter

Occupazione della Guinza, D'Anna contro le auto blu

giancarlo d'anna 2' di lettura 26/09/2010 -

E' una delle cose più odiate dai cittadini. L'auto blù, simbolo della politica ostentata , quella che già al primo istante ti risulta indigesta. Agli incontri, alle manifestazioni,nelle celebrazioni mentre il popolo aspetta sotto il sole cocente o la pioggia ecco apparire ,fresca di lavaggio, l'auto blù.



E' successo anche in questi giorni, al traforo della Guinza vicino a Mercatello sul Metauro, dove organizzata dalla Provincia di Pesaro-Urbino si svolgeva "l'occupazione della Giunza"per riportare l'attenzione su questa incompiuta i cui lavori, iniziati 30anni fa non sono mai terminati. Giusto finire quel progetto tanto che in delegazione mi sono recato insieme ad altri amministratori a Roma al Ministero delle Infrastutture, dove il Sottosegretario Mantovani ed i suoi tecnici hanno confermato l'obiettivo del Governo di ultimare, nonostante il periodo di vacche magre, la strada dei Due Mari. Come Consiglieri regionali e i parlamentari del Pdl abbiamo ritenuto giusto a seguito delle garanzie ottenute in quell'incontro di non partecipare ad una manifestazione a quel punto superata.

Discorso diverso la presenza dei sindaci del luogo, ovviamente. Detto questo posizioni e motivazioni sono chiare. Ma cosa c'entrano le auto blù di Province e Regioni a fare la spola dagli Enti di appartenenza fino all'appenino per tre giorni? e Sopratutto cosa c'entra la Protezione Civile?rientra forse tra i compiti della Protezione Civile quello di preparare logisticamente un campo attrezzato per manifestazioni come quella alla Giunza? E' compito della Protezione Civile "preparare il letto" al Presidente della Provincia? Chi ha richiesto ed autorizzato l'intervento della Protezione Civile? Quanto è costato ai cittadini il loro impiego?Se ci fosse stata una reale emergenza altrove cosa sarebbe accaduto?

Se si voleva attirare l'attenzione dei media sarebbe stata più efficace la vista di rappresentanti politici che si montavano la tenda, si preparavano da mangiare piuttosto che ancora una volta assistere allo spettacolo dell'arrivo delle auto blu, della pappa pronta, del tendone per proteggere dalla pioggia e delle coperte rimboccate tutto sotto la protezione di Carabinieri, polizia provinciale e Guardia Forestale






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-09-2010 alle 15:38 sul giornale del 27 settembre 2010 - 697 letture

In questo articolo si parla di fano, politica, Popolo delle Libertà, pdl, Giancarlo d'anna, consigliere regionale

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/cAH





logoEV
logoEV