counter

Recanati: maltrattamenti in famiglia e liti, tre 'ex-mariti' ed una donna denunciati

Carabinieri di notte 2' di lettura 20/09/2010 -

Tre ex-mariti sono stati denunciati dai Carabinieri della Stazione di Recanati per reati riconducibili a storie familiari e sentimentali naufragate. Episodi che spesso avevano richiesto l'intervento per “lite in famiglia” dei Carabinieri della Compagnia di Civitanova Marche, vedendo interessata la pattuglia dell’arma di Recanati o del radiomobile civitanovese.



Le denunce sono scattate grazie ai fatti emersi sia su querele delle ex 'compagne' sia su indagini di iniziativa degli uomini dell'Arma. Un uomo sudamericano, dopo aver abbandonato la moglie e i figli piccoli senza versare il 'mantenimento' mensile disposto dal giudice', si è reso protagonista di una serie di maltrattamenti soprattutto nei confronti dell'ex moglie. L'uomo, che attendeva la vittima in ogni luogo della città, non esitava ad offendere la madre dei propri figli con frasi ingiuriose e denigratorie anche davanti ai bambini, insegnanti o persone. Gli episodi sono stati confermati ed annotati tutti nel corso delle indagini grazie ai numerosi interventi eseguiti dai militari ma anche grazie alle testimonianze.

Un episodio analogo è accaduto poi ad una donna dell'ex jugoslavia che, dopo essere stata lasciata dal marito connazionale, non ha percepito il mantenimento. Ma non solo. Anche in questo caso, la donna è stata vittima di maltrattamenti in famiglia con percosse e denigrazioni davanti ai figli piccoli. Le testimonianze raccolte confermano ancora una volta la denuncia della donna.

Infine una giovane coppia di Recanati, naufragata con la conseguente appropriazione indebita del veicolo, intestato alla donna, da parte dell'ex marito. La querela e poi le indagini dei Carabinieri recanatesi hanno scaturito un provvedimento di sequestro del veicolo, un'Audi, a carico dell’uomo indagato appunto di appropriazione indebita.

Stessa storia seppur a ruoli invertiti tra un uomo maceratese sposato ed una donna. Lei, nonostante lui fosse sposato ed indifferente alle avances della donna, lo aveva affrontato con percosse e lesioni lievi davanti agli occhi dei colleghi dell'uomo. Poi, non ottenendo l'amore che desiderava, ha preso a calci e danneggiato l'auto del maceratese. Per sedare gli animi è stato necessario l'intervento dei militari che hanno registrato la querela della vittima ed ascoltato le testimonianze.






Questo è un articolo pubblicato il 20-09-2010 alle 19:34 sul giornale del 21 settembre 2010 - 697 letture

In questo articolo si parla di carabinieri, recanati, 112, maltrattamenti, Sudani Alice Scarpini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/cmc





logoEV