counter

Urbino: arrestato un giovane albanese per possesso di documenti falsi

arresto 1' di lettura 18/09/2010 -

Venerdì 17 settembre, nei Comuni di Urbania, Fermignano e Peglio, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Urbino unitamente a quelli delle locali Stazioni hanno svolto uno straordinario servizio di controllo del territorio denominato “Laser”, per contrastare la recrudescenza dei reati contro il patrimonio ed al fine di sottoporre a controllo il maggior numero di mezzi e persone sospette.



Nel corso dei prolungati posti di controllo, i militari hanno tratto in arresto un cittadino albenese, clandestino, di 20 anni accusato di aver fornito false generalità e perchè trovato in possesso di un documento di identità rumeno valido per l'espatrio, contraffatto. Inoltre il giovane, durante il controllo, ha fornito ai Carabinieri documenti risultati poi falsi. La patente di guida, custodita nel portafogli del 20enne, anch'essa rumena, era contraffatta.

Pertanto, dopo i rilievi fotodattiloscopici negli uffici del Comando, il giovane albanese è stato arrestato con l’accusa di possesso di documenti falsi ed è stato processato per direttissima. Il 20enne è stato così condannato dal Tribunale di Urbino alla pena di 6 mesi di reclusione, con concessione della sospensione condizionale della pena.






Questo è un articolo pubblicato il 18-09-2010 alle 14:12 sul giornale del 20 settembre 2010 - 674 letture

In questo articolo si parla di cronaca, urbania, fermignano, Sudani Alice Scarpini, peglio, carabinieri di urbino

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/chB