counter

Radicali: doppio incarico per Roberto Zaffini, è incompatibile

roberto zaffini 2' di lettura 17/09/2010 -

Oggi l’Associazione Radicali Marche, nelle persone del suo Tesoriere Francesco Ciclosi, e del suo segretario Andrea Granata, rivolge una lettera aperta all’on. Roberto Zaffini, affinché chiarisca alcuni aspetti.



1. se è vero o non è vero che attualmente si trovi in condizione di ineleggibilità ricoprendo il doppio ruolo di Parlamentare e di Consigliere Regionale delle Marche;
2. se del caso, per quale motivo non ha presentato formali dimissioni da Consigliere Regionale delle Marche, essendo trascorsi da più di un mese i termini previsti dalla legge.

Infatti la legge 23 aprile 1981, n. 154 recante "Norme in materia di ineleggibilità ed incompatibilità alle cariche di consigliere regionale, provinciale, comunale e circoscrizionale" prevedono (art.4 comma 1) che le cariche di membro di una delle due Camere sono incompatibili con la carica di consigliere regionale; nonché che (art. 6 comma 1) la perdita delle condizioni di eleggibilità previste dalla legge importa la decadenza dalla carica di consigliere regionale e che (art. 6 comma 2) queste cause possono esistere sia al momento della elezione, sia sopravvenire ad essa. L'on. Roberto Zaffini, nato a Fano il 20/7/1961, è stato proclamato eletto al Consiglio Regionale delle Marche il 29/03/2010, nonché proclamato parlamentare il 30/07/2010 in sostituzione dell'On. Matteo Brigandì.

Tale informazione è stata portata all'attenzione del Consiglio Regionale delle Marche, durante la 14-esima seduta del 30/7/2010, allorquando l'intera assemblea ha applaudito alla comunicazione data dall'on. Enzo Marangoni. Successivamente l'assemblea si è riunita il 14 settembre 2010 (15-esima seduta), ma in tale circostanza non sono state presentate le dimissioni formali dell'on. Zaffini dalla Carica di Consigliare Regionale delle Marche. Ecco dunque che, attualmente, l’on. Roberto Zaffini si troverebbe a ricoprire il duplice ruolo di Parlamentare e di Consigliere Regionale, in aperta violazione del combinato disposto degli artt. 122 c.2 della Costituzione – 4 c.1 della Legge 23/4/1981 n.154. In attesa di un cortese cenno di risposta l’on. Roberto Zaffini, segnaliamo come i nostri militanti siano pronti ad avviare le dovute azioni popolari presso il Tribunale di Ancona, qualora persista lo stato di incompatibilità.


   

da Radicali Marche




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-09-2010 alle 17:59 sul giornale del 18 settembre 2010 - 909 letture

In questo articolo si parla di politica, Radicali Marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/cf9





logoEV
logoEV