counter

Ancona: incendiario finisce in manette grazie alle videoriprese

corpo forestale dello stato ancona 1' di lettura 14/09/2010 -

Nella serata di sabato il personale della Forestale di Ancona e del nucleo investigativo di Polizia ambientale e forestale – N.I.P.A.F. del comando provinciale del corpo Forestale dello Stato di Ancona ha nuovamente arrestato T. A., 45enne anconetano, già noto alle forze dell'ordine per i ripetuti tentativi d'incendio appiccati nelle zone di via del Castellano, via Bartolini e via della Ferrovia, aree a ridosso del parco regionale del Conero.



L'uomo era seguito da tempo. Nello scorso mese di luglio, in collaborazione con i carabinieri del nucleo operativo radio mobile di Ancona, era finito in manette insieme ad un complice, entrambi poi posti agli arresti domiciliari. L'indagato, anche secondo alcuni testimoni, è stato comunque notato, nonostante le misura cautelare, nei pressi del luogo degli incendi anche durante le operazioni di spegnimento.

La svolta nelle indagini si è avuta grazie all'attivazione di pattuglie di forestali in borghese con auto civetta e, soprattutto, all'utilizzo di videocamere e fototrappola fornite dal nucleo investigativo antincendio boschivi. Grazie a queste attrezzature è stato possibile osservare a lungo le zone bersagliate dall'attività degli incendiari. In base ai nuovi elementi, che hanno messo in luce gravi indizi di colpevolezza a carico del 45enne, il gip del tribunale di Ancona, su richiesta del pm, ha emesso a carico del pregiudicato un'ordinanza di custodia cautelare in carcere, eseguita dal personale del Corpo Forestale dello Stato.








Questo è un articolo pubblicato il 14-09-2010 alle 15:52 sul giornale del 15 settembre 2010 - 632 letture

In questo articolo si parla di cronaca, incendio, francesca morici, ancona, corpo forestale dello stato

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/b7M





logoEV
logoEV