counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > SPORT
comunicato stampa

Ciclismo: Juan Curuchet commenta il percorso marchigiano del Giro D'Italia

3' di lettura
782

Juan Curuchet

Domenica si è tenuta una nuova puntata dei collegamenti con Porto Recanati difussi in tempo reale tramite il programma radiofonico marplatense Domenica Italiana, diretto da Pascual Paoletta.

Ad introdurre l’argomento della giornata Giuliano Tiseni, presidente dell’ass. Amici di Mar del Plata con sede nella cittadina adriatica. Ospiti ‘italiani’ della trasmissione in quest’occasione sono stati Gaetano Agostinacchio, Assesore allo sport del Comune e l’avvocato Carlo Trevisani collaboratore di testate giornalistiche e grande esperto di ciclismo. Ambedue interlocutori si sono riferiti ai preparativi e le aspettative per il Giro d’Italia che farà proprio tappa per prima volta a Porto Recanati li 20/21 maggio.


In particolare l’assessore Agostinacchio ha sottolineato l’importanza della manifestazione nella promozione turistica della città e la Regione tenendo conto che parteciperanno alla carovana piú di due mila persone ed arriveranno tra 40/50 mila fan per vedere la corsa. Il tutto comporterá una trasmissione RAI per ben 6 ore mentre il segnale televisivo verrá ritrasmesso a cento cinquanta nazioni con un potenziale di 350 milioni di telespettatori. L’avv. Trevisani a suo turno, si é riferito alla recente giornata nazionale del ciclismo ed ha espresso “che non é solo sport e tecnica ma anche una poesia perché tutti i bambini ricordano in modo indimenticabile l’esperienza di quando per prima volta montando su una piccola biciclettina levano le rotelline e vanno a conoscere la realtà del mondo, quindi é uno strumento di libertá e maturazione per i giovani”.


Di seguito é intervenuto da Mar del Plata il campione di ciclismo alle olimpiade di Pechino del 2008, Juan Curuchet chi inanzitutto si é rallegrato per l’invito al colloquio sul ciclismo di competizione con delle personalità che risiedono nella regione proprio dove era nato il suo nonno materno, il quale li aveva trasmesso sin da piccolissimo la passione per la bicicletta. Nel mettere in risalto la magnifica gara che é il Giro d’Italia, una delle due prove ciclistiche piú belle e importanti al mondo e di congratularsi pure per la tappa che fará a Porto Recanati, Curuchet anche presidente della Fondazione che porta il suo nome, ha accennato sull’importanza per i più giovani la pratica di questa disciplina sportiva che dall’altra parte contribuisce ad allontanare loro dalla droga e la malavita.


Successivamente e alla domanda del direttore Paoletta, Juan Curuchet si è espresso con particolare simpatia e gratitudine sul connazionale Giovanni Lombardi anche lui campione di ciclismo nonchè il suo trainer allo strepitoso successo ottenuto asieme al suo compagno Walter Perez al velodromo Laoshan di Pechino. Anzi Curuchet è andato più in là: “una grande parte della medaglia d’oro che ho vinto senza dubbi apartiene a Giovanni, la stessa che con molto piacere porterò con me a Porto Recanati in occasione della mia visita in Italia a giugno prossimo” , rispondendo affermativamente all’invito del Comune.


Sara quindi il momento di omaggiare il fuoriclase del ciclismo argentino nella terra natia dei suoi predecesori, la terra delle mille colline alla quale anche lui -si percepisce- ne è fiero assai.





Juan Curuchet

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-05-2010 alle 17:52 sul giornale del 20 maggio 2010 - 782 letture