counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > ATTUALITA'
comunicato stampa

Trionfo dei vini marchigiani alla 11° Selezione Nazionale Vini da Pesce

2' di lettura
656

Tipicità

Trionfo delle bottiglie marchigiane all’11ª Selezione Nazionale Vini da Pesce. Otto medaglie conquistate, di cui due d’oro, quasi un terzo di quelle in palio tra le 10 tipologie in gara.

E soprattutto, a distanza di 7 anni, una cantina marchigiana torna a conquistare il prestigioso “Calice Dorico”, il trofeo destinato a chi ha riportato in assoluto il punteggio più alto in tre etichette presentate. È la “Terre Cortesi Moncaro” di Montecarotto che ha sbaragliato la concorrenza con l’Offida Doc Pecorino “Ofithe” e con i due suoi Verdicchi più rinomati, “Le Vele” nella tipologia Classico Doc e “Verde Ca’ Ruptae” Classico Superiore Doc.

Un successo senza precedenti, tra l’altro in una Selezione che ha registrato il record di vini partecipanti, ben 589, proposti da 257 aziende in rappresentanza di tutte e venti le regioni italiane. Il medagliere marchigiano brilla con i due ori del vino spumante brut rosè 2007 di casa Garofoli (Loreto) nella tipologia spumanti rosati metodo classico e del Marche Igt rosato “Rosacollina” 2009 dell’azienda Giuseppina Collina (Spinetoli). Splendida affermazione anche per la Montecappone di Jesi che conquista l’argento con il suo sauvignon “La Breccia” nella categoria vini bianchi secchi tranquilli. Medaglie di bronzo per la Casalfarneto di Serra de’ Conti con il suo Verdicchio classico riserva doc “Grancasale” 2007, per la Garofoli con il Verdicchio doc classico riserva “Serra Fiorese” 2006, e per la Guerrieri di Piagge che sale due volte sul gradino del podio con il vino spumante “Guerrieri” sia nella versione brut sia in quella brut rosè. A questi si aggiungono altre 68 etichette presentate da aziende marchigiane che hanno ottenuto il diploma di merito per aver superato la soglia degli 80 centesimi, corrispondenti all’aggettivazione “ottimo” in base al metodo di valutazione “Union International des Oenolouges”.

Le operazioni di selezione, divise in nove sessioni, si sono tenute presso l’Hotel Monteconero per tre interi giorni. I 35 commissari di gara, divisi in cinque commissioni ognuna composta da 5 enologi nominati dall’Associazione Enologi Enotecnica Italiani e da 2 giornalisti della stampa specializzata nazionale ed internazionale nominati dall’Istituto per il Commercio Estero, hanno valutato i 589 campioni. Il risultato finale di ogni campione è stato calcolato dall’avvocato Gabriele Marasca, dopo aver eliminato la scheda con il punteggio più alto e quella con il punteggio più basso, attraverso la media aritmetica delle 5 schede rimanenti. Complessivamente hanno superato la soglia prevista ben 389 vini, pari al 66% di quelli presentati.

La Selezione Vini da Pesce è organizzata dall’Ente regionale fieristico, dall’Aspea della Camera di Commercio, dalla Provincia di Ancona, dalla Regione in collaborazione con l’Istituto Marchigiano Tutela Vini.


Tipicità

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-05-2010 alle 15:20 sul giornale del 17 maggio 2010 - 656 letture