counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > ATTUALITA'
comunicato stampa

Approvato il progetto Iktimed per la cooperazione mediterranea

2' di lettura
617

Sara Giannini

Il comitato di selezione del programma Med – il programma dell’Unione europea finalizzato ad accrescere la competitività dei territori mediterranei, tramite la cooperazione territoriale - ha approvato il progetto Iktimed, proposto dalla Regione Marche per promuovere le piccole e medie imprese mediterranee, il dialogo tra mondo della ricerca pubblica e settore privato, la formazione di centri ricerca per il trasferimento tecnologico.

“La capacità progettuale della Regione viene ancora una volta riconosciuta – sottolinea Sara Giannini, assessore per Ricerca e innovazione nei settori produttivi – e la soddisfazione è ancora maggiore vista l’importanza del settore che riguarda il progetto. Ricerca e innovazione infatti sono determinanti per accrescere la competitività del nostro sistema produttivo. Con il progetto Iktimed viene riconfermato il ruolo della Regione come promotore e centro di coordinamento per lo scambio di conoscenze e best practice tra i diversi paesi che si affacciano sul mediterraneo, coinvolgendo i diversi attori che a vario titolo interagiscono nei processi di innovazione: enti territoriali, università, organismi di ricerca e Camere di Commercio. Siamo soddisfatti anche perché gli organismi comunitari hanno approvati anche Jade, ulteriore progetto strategico sulla domotica finanziato nell’ambito del settimo Programma quadro di ricerca e sviluppo dell’Unione europea. ”.

Iktimed coinvolge dodici soggetti, oltre la Regione Marche , in particolare si tratta di centri ricerca e promozione di Italia, Francia, Portogallo, Grecia, Spagna, Malta, Cipro e Slovenia. Viene finanziato in gran parte dal Fondo europeo di sviluppo regionale (Fesr) e prevede un budget di oltre un milione 800mila euro, con una durata di 30 mesi. In questo arco temporale si alterneranno le cinque fasi progettuali: la prima relativa alla comunicazione e diffusione dell’iniziativa, poi quella riguardante la gestione e il coordinamento del progetto, una successiva per l’analisi comparativa delle politiche regionali per l’innovazione in area mediterranea. Infine la creazione di comunità mediterranee tra imprese, enti locali e centri ricerca, oltre che la realizzazione di azioni pilota.

“L’attuazione di progetti a favore delle piccole e medie imprese – evidenzia Giannini – inerenti l’innovazione, la ricerca e il trasferimento tecnologico, assieme all’apertura internazionale del sistema marchigiano, costituiscono specifiche azioni operative del nostro programma di governo per la nuova legislatura”.



Sara Giannini

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-05-2010 alle 16:36 sul giornale del 13 maggio 2010 - 617 letture