counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > ATTUALITA'
comunicato stampa

Sicurezza stradale, Magistrelli: buona riforma grazie alle proposte del PD

2' di lettura
679

marina magistrelli

"Il Ddl che riforma il codice della strada migliora il vecchio codice rendendolo più aderente alle necessità dei cittadini". Lo afferma la relatrice di minoranza del testo Marina Magistrelli, avvocato e senatrice del Pd, che spiega come "Il Pd abbia contribuito a ridisegnare il quadro normativo del codice della strada attraverso diverse proposte presentate e dichiarate prioritarie da subito".

Tra queste Magistrelli ricorda, per punti, le più importanti:

"1) L'introduzione del lavoro di pubblica utilità come pena alternativa alle pene detentive e pecuniarie per la guida in stato di ebbrezza o per assunzione di sostanze stupefacenti. Naturalmente il beneficio viene riconosciuto solo a chi non ha causato un incidente stradale e può essere concesso una sola volta.

2) L'obbligo per gli esercizi pubblici e, soprattutto, per i locali di intrattenimento e le discoteche che vendono alcol dopo l'una di notte di inserire nell'ambito della propria struttura un etilometro per permettere ai clienti di sottoporsi volontariamente al test prima di mettersi alla guida, e sono anche previsti idonei spazi di riposo.

3) L'inasprimento delle sanzioni per chi utilizza i ciclomotori e le minicar con motore modificato; il divieto di utilizzo delle minicar se è stata ritirata la patente; la previsione dell'obbligo di utilizzo delle cinture di sicurezza per chiunque guidi una minicar.

4) La previsione che i proventi delle sanzioni per violazioni dei limiti di velocità siano attribuiti per il 50 per cento all'ente proprietario della strada su cui è stato effettuato l'accertamento e per il restante 50 per cento all'ente da cui dipende l'organo accertatore.

5) L'obbligo di dare comunque la precedenza ai pedoni quando questi si accingono ad attraversare le strisce pedonali. È, questa, una norma molto importante perché cambierà di certo l'indirizzo risarcitorio.

6) L'ordine del giorno con il quale il Governo si impegna a istituire l'Agenzia nazionale per la sicurezza stradale".

"Nonostante le tante norme migliorative, il giudizio sul Ddl è condizionato dalla mancanza di risorse idonee a renderlo pienamente efficace soprattutto su tematiche tra cui vi era un comune giudizio positivo". Tra queste, Magistrelli ricorda la bocciatura di diverse proposte avanzate dal Pd, tra cui: "l'intensificazione dei controlli di polizia stradale necessari a garantire una maggiore sicurezza stradale; l'istituzione di un apposito Fondo, di 50mln di euro, presso il Ministro dell'interno da destinare alle attrezzature e ai mezzi per le attività di controllo stradale, per le analisi cliniche e la ricerca e sperimentazione nel settore del contrasto alla guida in stato di ebbrezza o sotto l'effetto di stupefacenti. Magistrelli ricorda infine la "bocciatura del potenziamento del servizio di infomobilità Ciss e Isoradio al fine di aumentare la copertura oraria e territoriale".



marina magistrelli

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-05-2010 alle 16:18 sul giornale del 07 maggio 2010 - 679 letture