counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > CRONACA
articolo

Grottammare: si ribalta un'imbarcazione, morto un pescatore

2' di lettura
934

Tragedia in mare, il peschereccio Iris si capovolge e si arena in prossimità della spiaggia di Grottammare all’altezza dello stabilimento Don Diego. Muore il comandante, Francesco Voltattorni, 62 anni, originario di San Benedetto del Tronto.

Salvi gli altri tre membri dell’equipaggio, Francesco Merlini, armatore e motorista ed i fratelli tunisini Sabri e Mohammed Ammari, rispettivamente di 30 e 28 anni. L’incidente si è verificato intorno all’1,30 di questa mattina. Nulla hanno potuto i soccorritori, intervenuti immediatamente sul posto, che hanno tentato inutilmente di rianimare il comandante, trasportato comunque all’ospedale di San Benedetto del Tronto ma solo per verificarne la morte.

L’uomo è deceduto per cause ancora in via di accertamento. Il peschereccio Iris effettuava la pesca a strascico lungo la costa sambenedettese. Dopo essersi arenata contro gli scogli, l’imbarcazione si è capovolta con la carena rivolta verso la spiaggia e gli alberi verso il mare. La Capitaneria di Porto sta tentando di ricostruire l’esatta dinamica dell’incidente. Già sentiti i tre sopravvissuti. Al momento, si sa che l'Iris si è andato a incagliare su alcune scogliere non molto visibili ma distanti appena un centinaio di metri dalla spiaggia, finendo per imbarcare acqua e poi affondare, adagiandosi su un lato. Secondo un ufficiale della Capitaneria, il peschereccio non era in quel momento in attività, aveva ritirato le reti e stava rientrano in porto a San Benedetto, in una situazione di mare tranquilla, senza vento.

Mentre gli altri tre membri dell’equipaggio si sono salvati grazie all’arrivo rapido sul posto di un pattino guidato da altri marinai di un peschereccio vicino, Voltattorni ha fatto perdere le sue tracce ed è riemerso poi a riva qualche tempo dopo. In merito alla vicenda l’Autorità giudiziaria ha già acquisito gli elementi necessari ma non ha ancora aperto un’inchiesta formale. Sarà importante comprendere se all’ origine dell'incidente vi sia un guasto tecnico oppure un errore umano, come sottolinea l'ufficiale in servizio alla Capitaneria locale. Per il momento le cause e la reale dinamica dell’incidente rimangono ancora un mistero.



Questo è un articolo pubblicato il 05-05-2010 alle 13:52 sul giornale del 06 maggio 2010 - 934 letture