counter

Prevenzione rifiuti: al via il progetto europeo Pre Waste

rifiuti 2' di lettura 26/04/2010 - Migliorare e sviluppare le politiche di prevenzione dei rifiuti urbani. E’ questo l’obiettivo del progetto Pre Waste che prende inizio ad Ancona il 28 e 29 aprile prossimi.

L’iniziativa, finanziata dall’Unione Europea, vedrà impegnati per tre anni la Regione Marche (capofila del progetto e rappresentante dell’Italia) e altri otto Paesi comunitari: Belgio (rappresentato da ACR+ Association of Cities & Region for Recycling and for Soustanable Resource e da Brussels Environment IBGE) , Bulgaria (Municipality of Sofia), Finlandia (Tampere Regional Solid Waste Management Ltd) , Francia ( Ile de France Region – Waste management Oservatory); Spagna ( Municipality of Roquetas de Mar); Romania (Public Cooperation Department of Ilfov County); Svezia (Municipality of Karskrona); Malta (WasteServ Malta Ltd.). Queste istituzioni si confronteranno su uno dei temi fondamentali della gestione dei rifiuti: la prevenzione.


Per la prima volta soggetti pubblici di diverse parti d’Europa, lavoreranno insieme sulle tematiche di riduzione dei rifiuti per creare metodologie e strumenti in grado di migliorare l’efficacia delle politiche di riduzione. La prevenzione, che significa tendere a produrre meno rifiuti e a diminuire la loro pericolosità e il loro impatto sull’ambiente e sulla salute umana, non è soltanto il principio prioritario delle direttive europee in materia di rifiuti ma consente contemporaneamente di diminuire il depauperamento delle risorse naturali e di ottenere risparmi economici. L’attività del progetto partirà dal confronto sulle “buone pratiche” di prevenzione proposte dai partner e si svilupperà con l’analisi dell’efficacia delle stesse, con l’esame e le valutazioni circa i risultati fino ad arrivare alla individuazione di indicatori in grado di monitorare l’efficacia delle varie azioni, nonché la loro possibilità di diffusione e di applicazione sul territorio europeo. Una sfida ambiziosa, perché incidere sulla prevenzione significa operare a diversi livelli e con molteplici soggetti, dalle pubbliche amministrazioni alle imprese, ma soprattutto sugli stili di vita dei consumatori e quindi dei cittadini.


Il traguardo finale sarà quello di superare queste difficoltà offrendo, ai vari soggetti interessati, esempi, spunti, condizioni e strumenti per l’applicazione concreta di politiche di prevenzione. I lavori cominceranno il 28 aprile alle ore 8.30, a Palazzo Li Madou (5° piano) sede della Regione. Al termine della sessione mattutina (ore 11.30 ), è stata convocata una conferenza stampa di presentazione del progetto a cui parteciperà l’assessore regionale all’Ambiente, Sandro Donati . Nel corso della conferenza si farà anche il punto sul contesto della gestione dei rifiuti a livello europeo. Gli incontri, il giorno successivo, si svolgeranno a Montemarciano, a Villa Colle Sereno, sede del Centro regionale Infea Marche.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-04-2010 alle 16:16 sul giornale del 27 aprile 2010 - 643 letture

In questo articolo si parla di attualità, regione marche, rifiuti





logoEV
logoEV