counter

Pollenza: sfruttamento della manodopera clandestina, arrestato un cinese

carabinieri arresto 1' di lettura 23/04/2010 - Sfruttamento della manodopera clandestina, l'accusa rivolta a Z.K., 38enne cinese, titolare di un tomaificio in località Moglie, tratto in arresto venerdì dai Carabinieri di Pollenza, in collaborazione con i colleghi del Nucleo ispettorato del lavoro, durante un controllo sul territorio.

Controllo durante il quale infatti i militari hanno sorpreso una giovane operaia cinese che, al momento, risulta essere clandestina sul territorio nazionale.


La ragazza è stata così deferita in stato di libertà per il nuovo reato di clandestinità mentre il titolare del tomaificio è stato poi sottoposto agli arresti domiciliari.






Questo è un articolo pubblicato il 23-04-2010 alle 19:28 sul giornale del 24 aprile 2010 - 723 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, arresto, pollenza, cinesi, clandestinità, Sudani Alice Scarpini





logoEV
logoEV