counter

Appello contro l'utilizzo dei diserbanti lungo i bordi stradali

diserbante 2' di lettura 22/04/2010 - Lettera ai consiglieri provinciali e regionali riguardo l'uso del "Glyphosate" lungo i bordi delle strade.


Il Coordinamento dei comitati per la difesa delle valli del Metauro, Cesano e Candigliano ha di recente documentato i danni, dal punto di vista paesaggistico ed ambientale, derivati dall’uso di diserbante a base di Glyphosate da parte di Anas sui bordi stradali della Provincia. E’ documentato che tali prodotti, il cui nome commerciale Anas, seppure sollecitata dalla stampa, non ha reso noto, si basano sul principio attivo Glyphosate, brevettato da Monsanto, la quale è stata più volte accusata di avere falsato gli studi tecnici sull’impatto ambientale. Il Glyphosate, inoltre, seppure in basse concentrazioni, ha comprovati effetti nocivi sia sugli animali che sulle persone (le quali lo assumono anch’esse col contatto alimentare). E’ inoltre provato che l’uso di erbicida non solo rafforza le specie vegetali infestanti ma elimina la biodiversità, il danno arrecato quindi non è solo estetico ed immediato ma anche paesaggistico, economico, e a lunga ripercussione. Peraltro si evidenzia come già la L.R. 15 luglio 1988 n. 25 - “Divieto dell'uso dei fitofarmaci nei centri abitati” prescriva, all'interno dei centri abitati delimitati dagli strumenti urbanistici vigenti, il divieto d’uso persino dei fitofarmaci che vengono utilizzati per prevenire i danni causati alle specie vegetali da insetti o altri parassiti. Va da se che, per estensione analogica, tale divieto dovrebbe riguardare, a maggior ragione, l’impiego dell’erbicida non selettivo in parola.


Il Coordinamento chiede perciò che le SS.VV. si attivino:

- per informare la cittadinanza circa il nome commerciale del prodotto usato per il diserbo, sue quantità e sua scheda tecnica

- per rendere noti eventuali controlli ambientali effettuati durante l’irrorazione che ne abbiano attestato la quantità e abbiano raccolto dati su dispersione nelle acque di scolo dei fossati e nell’ambiente circostante

- per intraprendere ogni eventuale provvedimento necessario alla tutela della salute pubblica e dell’ambiente

- per garantire l’impegno di Anas ad abbandonare l’uso di prodotti chimici a favore della ripulitura meccanica più puntuale e selettiva



Scarica il pdf contributo prof. Taffetani





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-04-2010 alle 16:30 sul giornale del 23 aprile 2010 - 1573 letture

In questo articolo si parla di ambiente, attualità, Comitati in rete, diserbante, contributo integrale, contributo prof. taffetani





logoEV
logoEV