counter

Senigallia: i Segnali di ripresa si aggiudicano la finale regionale di Italia Wave Marche

Italia Wave Marche 2' di lettura 07/04/2010 - Si è svolta domenica scorsa, 4 aprile, la finale regionale di Italia Wave Marche 2010, una sfida affascinante tra sette band per contendersi un posto per il prestigioso festival che si terrà a Livorno dal 21 al 25 luglio.

I primi a salire sul palco del Mamamia sono stati i CLEAN CLINIQUE , di Ancona. Quattro elementi che non osano fermare la propria irrefrenabile curiosità al cospetto dei suoni elettroacustici che emergono dalle loro composizioni (http://cleanclinique.xoom.it/). A seguire si sono esibiti gli HIC SUNT SIRENAE, una line up di quattro promettenti giovani provenienti da Pesaro che hanno sfoderato tre canzoni che coniugano musica elettronica con accenni ambient, destrutturante, morbida e umbratile (www.myspace.com/hicsuntsirenae). Di seguito L’ARMATA BRANCALEONE, gruppo costituito da ben otto componenti e proveniente da Pollenza (MC), uno di quegli ensemble pronti a far saltare il pubblico, ha interpretato un repertorio marcato da un sound etno/folk irresistibile (www.myspace.com/larmatabrancaleone). La serata è proseguita con i NAOS, un power-noise trio di Porto San Giorgio (FM), immediati, folgoranti, ma anche intriganti e magnetici (www.myspace.com/naosnoise). Il quinto gruppo, gli SWORDFISH PROJECT di Urbania (PU), sono invece quattro componenti che hanno dato vita ad un progetto che combina elettronica, crossover e potenza, senza l’uso della batteria, ma con un DJ che sgretola i canoni classici del genere (www.myspace.com/swfproject).


E’ stata poi la volta dei TUMAN TOWN da Jesi(AN). Si tratta di un combo formato da tre elementi che non nasconde le influenze per la wave anni’80, con un accesso personale e privilegiato nei territori musicali cari al post-punk d’oltremanica. (www.myspace.com/tumantown). Per finire sono saliti sul palco i SEGNALI DI RIPRESA, quintetto di Ascoli Piceno, il cui suono è personale e atipico, composto da brani coesi e armoniosi, tra indie-rock ed elettronica (www.segnalidiripresa.com). Dopo l’esibizione dei sette gruppi, la giuria, composta da Gilberto Mancini e Francesco Battisti (responsabili regionali di Italia Wave), Ugo “Nooz” Torresi, musicista, dj e giornalista, Marcello Marzocchi, giornalista de Il Messaggero e Matteo Massi della redazione spettacoli de Il Resto del Carlino ha decretato il gruppo vincitore. Si tratta dei SEGNALI DI RIPRESA, seguiti in seconda posizione dai TUMAN TOWN. Sarà dunque l’organico dei S.D.R. di Ascoli Piceno ad accedere alla finale nazionale di Livorno. Un augurio alla band da parte di tutta l’organizzazione di Italia Wave Marche, sperando in un segnale di ripresa che dia una scossa all’attività musicale in tutta la nostra regione.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-04-2010 alle 17:26 sul giornale del 08 aprile 2010 - 549 letture

In questo articolo si parla di musica, attualità, mamamia, senigallia, italia wave marche