Elezioni, il Pd esulta: 'Abbiamo fatto un capolavoro'

2' di lettura 30/03/2010 - Il segretario regionale del Pd, Palmiro Ucchielli, commenta il risultato del Pd alle elezioni regionali.

Giorno di festeggiamenti, in casa Pd. La vittoria del centro-sinistra alle regionali riconferma Gian Mario Spacca a Palazzo Raffaello e il segretario regionale dei democratici, Palmiro Ucchielli, canta vittoria: "Dico anzitutto tra volte grazie. Agli elettori del Pd, ai candidati della nostra coalizione e al presidente Spacca. Il nuovo asse con l'Idv e l'Udc ha portato ottimi risultati. L'alternativa al governo nazionale è ora possibile".


Il Pd, in realtà, esce vittorioso solo in parte dalle urne marchigiane. Il testa a testa con il Pdl ha visto proprio l'affermazione di quest'ultimo, anche se per una manciata di voti. Parlano le percentuali: 31,2% a 31,1%, con il Pd che recupera tre punti rispetto alle europee mentre il Pdl arretra rispetto al 35,23% dello scorso anno. Ucchielli gongola: "La sinistra radicale ha tolto 2 seggi in Consiglio al Pdl, che così esce ridimensionato, e allo stesso tempo il Pd cresce e si rafforza nelle Marche. Direi che abbiamo fatto un capolavoro".


A chi parlava di risultato poco sorprendente, Ucchielli risponde deciso: "Non si può dare niente per scontato, la nostra nuova alleanza centrista era considerata da molto un rischio, e la sinistra radicale era accreditata addirittura al 9-10%".


Abbottonatissimo, invece, il segretario del Pd, sul "totonomine" per la Giunta ("ogni frutto ha la sua stagione, ci sono dei tempi tecnici e la decisione spetta a Spacca") e sulla possibile apertura alla sinistra radicale, o quantomeno alla sua costola rappresentata da Sel. Fermo restando che "la via del dialogo è fondamentale", Ucchielli sembra prendere le distanze: "Hanno fatto una campagna elettorale tutta contro di noi, quindi...". Di certo, come preannunciato da Spacca e dai leader nazionali giunti nelle Marche nel corso della campagna elettorale, un tentativo per cercare di riavvicinare un pezzo della sinistra verrà fatto. Ma se ne riparlerà solo tra qualche settimana.








Questo è un articolo pubblicato il 30-03-2010 alle 17:17 sul giornale del 31 marzo 2010 - 813 letture

In questo articolo si parla di politica, partito democratico, elezioni regionali 2010, emanuele barletta


Paolo Tramannoni

Nel 2005 Spacca veniva eletto con il 57.7% dei voti, oggi con il 53.17%.<br />
L'Ulivo riceveva 317.026 voti, contro i 224.891 del PD oggi.<br />
L'intera coalizione prendeva 499.793 voti, contro i 409.823 di oggi.<br />
<br />
Tutto questo, contro un candidato presentatosi all'ultimo momento e non sostenuto dal suo partito.<br />
<br />
Più che un capolavoro, direi un bel colpo di culo (si può dire culo?)<br />




logoEV