counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > ECONOMIA
comunicato stampa

Calzature e servizi presto fuori dalla crisi, tessile e legno ancora in alto mare

2' di lettura
630

scarpe
L’osservatorio Ebam monitora le micro e piccole aziende marchigiane e fissa le proprie previsioni per lo scenario congiunturale del primo semestre 2010
Il calzaturiero e tutte le attività di servizio saranno i primi settori a uscire dalla crisi. Il rapporto congiunturale dell’Osservatorio dell’Ebam (Ente Bilaterale dell’Artigianato delle Marche) ha monitorato nel dettaglio l’andamento del mercato in apertura 2010 e fissa una serie di previsioni circa il trend che interesserà il primo semestre del corrente anno: categoria per categoria, prevede l’andamento delle attività delle micro e piccole imprese artigiane, il loro fatturato e le percentuali di investimento.

Al comparto scarpe e a tutte le aziende impegnate nei servizi i primi sei mesi del 2010 apporteranno risultati positivi. Si stima che il 21,4% delle imprese calzaturiere vedrà un aumento della propria attività, a fronte di un 64,3% stabile e un 14,3 in flessione. La ripresa interesserà anche i servizi. Il 20,7% delle aziende impegnate nei servizi alle persone e alle famiglie intensificherà il volume della propria attività, percentuale che sale fino a 21,5% per le imprese che si occupano di altre forme di servizi..

“Si apre finalmente uno spiraglio positivo per le micro e piccole imprese artigiane.” afferma il Presidente dell’EBAM Marco Pantaleoni “Il quadro meno negativo delle previsioni per il 2010 trova conferma nei dati attesi del fatturato e degli investimenti, questi ultimi previsti con una diffusione doppia rispetto a quella registrata a fine 2009.” Tuttavia la crisi continuerà a mordere il comparto moda e le aziende del legno e del mobile.

Per entrambi i settori si prevede infatti che il 33% circa delle imprese sperimenterà una diminuzione del proprio volume di attività; il 34,5% delle aziende tessili subirà una possibile flessione in negativo del proprio fatturato, fenomeno che interesserà il 32,6% delle imprese del legno e del mobile


scarpe

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-03-2010 alle 15:44 sul giornale del 25 marzo 2010 - 630 letture