counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > ATTUALITA'
comunicato stampa

Regione ed università Politecnica insieme per l'innovazione

2' di lettura
466

Univpm

Due importanti schemi di accordo tra Regione e Università politecnica delle Marche sono stati approvati dalla Giunta regionale, su proposta dell’Assessore alle Attività produttive. Si tratta in particolare di accordi di collaborazione con le Facoltà di Economia e Ingegneria, rispettivamente, per l’analisi dei progetti di ricerca e innovazione presentati dalle imprese e finanziati dalla Regione e per lo studio di modelli d’innovazione nelle politiche industriali.

Entrambi gli accordi verranno siglati dalla nuova amministrazione regionale dopo le imminenti elezioni. Prosegue dunque l’attività di promozione del sistema economico regionale, attraverso una partnership che mette a frutto il notevole patrimonio conoscitivo universitario a vantaggio del sistema produttivo marchigiano.


La risposta alle opportunità offerte dai diversi strumenti d’incentivo, attivati dalla Regione dal 2007 ad oggi, ha infatti superato le aspettative, evidenziando una marcata dinamicità delle imprese che hanno realizzato, anche grazie al contributo regionale, importanti investimenti innovativi in settori avanzati che rappresentano le vocazioni del territorio, strategici per la competitività del sistema produttivo. Strumenti che hanno coinvolto anche giovani tecnologi neolaureati e ricercatori, offrendo opportunità nel terziario avanzato.


Di qui i due accordi, che permetteranno una collaborazione ravvicinata tra Politecnica e Regione, per valorizzare al meglio l’esperienza maturata ed affinare, anche alla luce delle grandi evoluzioni economiche in corso, l’approccio futuro. In dettaglio, l’accordo con la Facoltà di Economia, ha come oggetto centrale la collaborazione scientifica diretta alla progettazione di politiche industriali focalizzate sui fattori d’innovazione per la competitività delle piccole e medie imprese.


L’accordo con la Facoltà di Ingegneria è invece maggiormente incentrato sull’analisi dei dati e informazioni relativi alle imprese e ai progetti di ricerca finanziati dalla Regione, per valutare l’impatto degli investimenti realizzati sul grado di competitività delle imprese coinvolte. Nessun onere finanziario deriva dagli accordi, che sono realizzati in base alle norme che permettono alle amministrazioni pubbliche di concludere intese per disciplinare lo svolgimento in collaborazione di attività di interesse comune.



Univpm

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-03-2010 alle 18:19 sul giornale del 24 marzo 2010 - 466 letture