counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > CRONACA
articolo

Porto recanti: controlli sul territorio, tre arresti ed una denuncia per droga

2' di lettura
705

arresto

Tre arresti ed una denuncia per droga, è il bilancio dell'attività di controllo del territorio dei Carabinieri della Stazione di Porto Recanati durante la scorsa notte.

Intorno alle 20 circa, i militari hanno notato un'autovettura sospetta che, alla vista della pattuglia, si è data alla fuga. Immediato l'inseguimento da parte dei Carabinieri di Porto Recanati che, poco dopo, hanno fermato l'auto.

Al volante un uomo, identificato poi in F.Z., 46enne pregiudicato del luogo, che è risultato essere privo di patente di guida perchè revocata. Inoltre i militari hanno constatato che l'auto in questione era stata rubata quattro giorni prima.

Pertanto F.Z., trovato anche in possesso di un grammo di eroina, è stato deferito in stato di libertà per i reati di ricettazione, detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e guida senza patente.L'automobile, un'utilitaria del valore di 22 mila euro, è stata quindi restituita alla legittima proprietaria.

Nel corso di un'articolata attività di polizia giudiziaria invece, nel corso della stessa notte, i militari hanno eseguito un'irruzione all'interno di un appartamento del complesso 'Hotel House'dove sono state identificate tre persone.

A seguito di indagini e ricerche, i Carabinieri della locale stazione hanno deciso di intervenire nell'appartamento dove si trovavano due uomini, A.A., originario della Costa d'Avorio di 26 anni, e O.I.O., nigeriano di 23 anni, ed una donna, G.O., nigeriana di 19 anni. I tre, tutti clandestini, sono stati trovati in possesso di svariate quantità di sostanze stupefacenti.

La perquisizione ha infatti permesso ai militari di rinvenire 150 grammi di marijuana, 300 grammi di sostanza da taglio e 30 grammi di cocaina, oltre a telefoni cellulari e 660 euro in contanti. Il materiale è stato quindi posto a sequestro e per i tre giovani sono scattate le manette.

I due uomini si trovano ora presso la casa circondariale anconetana di Montacuto mentre la donna è stata accompagnata nell'appartamento in questione, sottoposta al regime degli arresti domiciliari in quanto in stato interessante.Tutti dovranno rispondere dei reati di clandestinità e detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.


arresto

Questo è un articolo pubblicato il 23-03-2010 alle 18:40 sul giornale del 24 marzo 2010 - 705 letture