counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > CRONACA
articolo

Ancona: tenta il suicidio ma lascia una stufa accesa, grave un 67enne

1' di lettura
756

incendio vigile del fuoco

Ustioni sull\'80% del corpo per un 67enne di Ancona, vittima di un\'esplosione all\'interno del proprio appartamento. E\' grave.

G.B., pensionato di 67 anni, che vive in un appartamento della Periferia di Ancona è rimasto gravemente ustionato nell\'esplosione avvenuta ieri al suo interno.

Secondo le prime ricostruzioni dei Vigili del Fuoco intervenuti sul posto, l\'esplosione non sarebbe accidentale. Al contrario, il 67enne avrebbe tentato il suicidio. Lo dimostrerebbe-dai sopralluoghi effettuati dai pompieri di Ancona-il fatto che l\'uomo aveva sigillato la stanza e tagliato poi i tubi del gas in cucina.

Probabilmente però l\'esplosione non faceva parte del piano del pensionato. Secondo i soccorsi infatti l\'uomo avrebbe dimenticato una stufa elettrica accesa che, una volta che la stanza si è saturata, ha innescato la deflagrazione a seguito di una scintilla.

A soccorrere G.B., che si trova ora al centro ustionati di Padova dove è stato trasferito dall\'ospedale regionale di Torrette con ustioni sull\'80% del corpo, sono stati i Vigili del Fuoco allertati dai vicini. Sul luogo anche i Carabinieri per i rilievi del caso.


incendio vigile del fuoco

Questo è un articolo pubblicato il 22-03-2010 alle 01:18 sul giornale del 22 marzo 2010 - 756 letture