counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > POLITICA
articolo

Alemanno nelle Marche: \'Roma-Ancona asse fondamentale per l\'Italia centrale

2' di lettura
864

Il sindaco di Roma ad Ancona per la campagna elettorale di Giovanni Zinni (Pdl). 

Una guerra a colpi di \"big\". La campagna elettorale si avvia verso l\'ultima settimana, che si preannuncia infuocata, e continuano le visite dei politici nazionali in tutta la regione. Mentre il Pd attende Franceschini (lunedì) e spera nell\'arrivo del segretario Bersani, il centro-destra ha ieri ospitato ad Ancona il sindaco di Roma Gianni Alemanno. L\'ex ministro delle politiche agricole arriva nel capoluogo alle 14, scortato dall\'on Ciccioli e dal candidato Giovanni Zinni, per un incontro elettorale alla Fiera della Pesca. Presenti anche il sindaco di Ostra Vetere, Massimo Bello, e il candidato presidente del centro-destra, Erminio Marinelli.


Dieci giorni ancora, e si andrà alle urne. Il sindaco di Roma non si tira indietro e stigmatizza il duro scontro in atto tra politica e magistratura: \"Mi auguro che prevalga il buonsenso - dice Alemanno- senza buonsenso tra tutti gli organismi istituzionali, rischiamo di avere un crescendo di polemiche che non servono a nessuno, tanto meno all’Italia\". Le polemiche relative al caos liste in Lazio e Lombardia (\"no comment, ho già detto troppo\") e all\'inchiesta di Trani continuano a tenere banco e, secondo Alemanno, ne starebbe uscendo una campagna elettorale poco attenta ai problemi delle regioni. Sulle Marche, invece, il sindaco di Roma va subito al sodo: \" Il tentativo di Marinelli è molto importante e può portare al successo dopo tantissimi anni di monocolore. Qui l’aria va cambiata\". E ancora: \"Ho denunciato una situazione di subalienazione delle Marche e dell’Umbria, nei confronti di Toscana ed Emilia Romagna, che porta ad una mancanza di strategia di sviluppo e di valorizzazione di questo territorio\". Prima dell\'incontro pubblico, poi, Alemanno ha ribadito la necessità di creare un forte asse tra Roma e Ancona per dare forza e peso all\'Italia centrale, \"la vera cerniera del paese\".


Turismo e sanità. Ecco le parole chiave del centro-destra per il rilancio delle Marche. L\'on. Ciccioli parla di una regione da \"liberare\", dove \"una coalizione cattocomunista sta appiattendo tutto quanto\". Giovanni Zinni, invece, riflette sul bilancio regionale: \"L\'80% delle risorse sono destinate alla sanità, mentre solo un misero 1% è riservato al turismo. Dobbiamo uscire da questa prigione. Il turismo è una miniera d\'oro, anche considerando le opportunità di lavoro che possono derivare da questo settore\". Per fare questo, secondo il candidato al consiglio regionale del Pdl, \"occorre una nuova classe dirigente responsabile e che abbia buon senso\", anche alla luce del federalismo fiscale e del principio di sussidiarietà verticale, \"che trasformeranno le regioni in enti che dovranno vivere di luce propria, gestendo al meglio le risorse\".




Questo è un articolo pubblicato il 18-03-2010 alle 17:26 sul giornale del 19 marzo 2010 - 864 letture