Ucchielli: \'Il lavoro è una priorità per il Partito Democratico\'

ucchielli 3' di lettura 17/03/2010 - La nostra Costituzione riconosce come articoli fondanti il N° 1: “L\'Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro”; il N° 35: “tutela il lavoro in tutte le sue forme ed applicazioni curandone anche la formazione e l\'elevazione professionale”; il N°36: “sancisce il diritto del lavoratore ad una retribuzione proporzionata alla quantità e qualità del suo lavoro e in ogni caso sufficiente ad assicurare a sé e alla famiglia un\'esistenza libera e dignitosa”; il N°37: “estende alla donna gli stessi diritti e, a parità di lavoro, le stesse retribuzioni che spettano al lavoratore”.

Ci tengo particolarmente in questi tempi di recessione internazionale, a citare la Costituzione, perché in questa il Partito Democratico si identifica, a questa si richiama e questa difenderà sempre e comunque. La tutela del lavoro, passa attraverso un governo attento ed un continuo presidio istituzionale, con un assetto territoriale capace di vedere lontano, per programmare in tempo le necessarie misure, per garantire il massimo della occupazione possibile.


La protezione ed il sostegno del lavoro, dei lavoratori e del loro reddito, si attua attraverso il consolidamento degli strumenti regionali che siamo capaci di mettere in atto e di progettare. Il tempo delle vacue promesse è terminato, vi è solo spazio per concrete proposte, ed a queste il Partito Democratico delle Marche si attiene, su queste prendiamo il totale impegno e la responsabilità della loro realizzazione di fronte ai cittadini. La nostra regione ha un potenziale tale da poter permettere lo sviluppo di imprese e nuove imprenditorialità, con politiche economico-sociali specifiche per il sostegno diretto e l’avvio di micro e piccole imprese artigianali, industriali, commerciali, turistiche, cooperative, agricole. E ancora, il turismo, la cultura, l’agricoltura di qualità, l’ambiente, come settori che possono, in maniera sinergica, contribuire alla crescita dell’economia locale.


Con la manovra finanziaria 2010, la Regione ha attivato misure specifiche per ulteriori 50 milioni di euro che mobiliteranno oltre 400 milioni di finanziamenti aggiuntivi, che insieme all’ulteriore riduzione delle tasse con una politica fiscale equa, concorreranno alla ripresa. Per gli Enti Locali, lasciati soli dal governo nazionale della destra ad affrontare la crisi, il Pd chiede di allentare i vincoli di spesa per investimenti di Comuni e Province, per far partire i progetti immediatamente cantierabili e stimolare l’occupazione. Per oltre un milione di persone che ha perso il lavoro, e centinaia di migliaia che non hanno alcun sussidio di disoccupazione, il Pd propone un sostegno per tutti i lavoratori precari sprovvisti di copertura assicurativa e l’introduzione dell’assegno di disoccupazione per lavoratori parasubordinati ed autonomi. Per incentivare il lavoro femminile il Pd si impegna a potenziare la rete dei servizi per l\'infanzia, riuscendo così a conciliare tempi di vita e lavoro. La crisi non è psicologica, la crisi è reale. Per il Partito Democratico il lavoro è una priorità indiscutibile; per questo siamo decisi a portare avanti la battaglia con proposte concrete che rendano dignitoso il lavoro, i lavoratori e i loro redditi.


Segretario regionale PD Marche Sen. Palmiro Ucchielli





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-03-2010 alle 23:58 sul giornale del 18 marzo 2010 - 505 letture

In questo articolo si parla di politica, partito democratico, palmiro ucchielli





logoEV