Ancona: Marinelli ospite all\'Ance, serve una nuova urbanistica

erminio marinelli 2' di lettura 16/03/2010 - Ospite dell\'Ance, l\'associazione dei costruttori edili presso Confindustria Ancona, Erminio Marinelli ha parlato della necessità di “ridefinire una nuova urbanistica regionale, ferma al \'92, e il cui stallo è un danno all\'economia e al lavoro”.

Il candidato presidente del PDL ha detto che la Regione si deve “impegnare a riqualificare le zone dismesse e degradate: questo è un obiettivo sociale e di sviluppo” e ha aggiunto che sosterrà le “giovani coppie e le famiglie monoreddito che devono comprare una casa”. L\'edilizia è “la testa del serpente ha detto Marinelli. Se questo settore inizia a sentire la crisi, si ferma la fiducia, cala l\'indotto e si innesca l\'arresto degli ordini immobiliari”. “Ecco che ci mordiamo la coda” ha concluso. Servono secondo l\'ex Sindaco di Civitanova Marche “collaborazione tra pubblico e privato e più ascolto da parte di chi governa, meno burocrazia e forme d\'agevolazione per l\'accesso delle imprese marchigiane agli appalti regionali”.


“Essendo stato sindaco – ha spiegato – conosco bene lo strumento degli accordi di programma. E questa è una via di rilancio del settore. La sanità ad esempio ha bisogno di molte nuove strutture perché spesso non è conveniente ristrutturare il vecchio. Da medico mi impegnerò molto per questo settore”. Marinelli ha lasciato in coda al suo discorso “il piano casa: la nota più critica della gestione Spacca”. “Il Governo Berlusconi – ha detto Marinelli – ha progettato uno strumento utile alle famiglie, alla riqualificazione del paesaggio e al rilancio delle vostre imprese. Spacca ha disatteso tutte le aspettative come sempre solo per mettersi di traverso a un Governo di colore diverso dal suo. Siamo stanchi di essere le cavie dei suoi esperimenti politici per fare contento il Pd nazionale”. “Metteremo la parola fine a questa gestione scellerata – ha concluso – che ha impedito anche la riqualificazione delle attività agricole e del paesaggio che era prevista dalla ridisposizione senza aumento dei volumi agricoli. Lo stato non deve impedire l\'iniziativa privata, ma regolarla”.


dal Comitato elettorale Erminio Marinelli




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-03-2010 alle 18:34 sul giornale del 17 marzo 2010 - 517 letture

In questo articolo si parla di urbanistica, politica, erminio marinelli, Comitato elettorale